A Roma la spunta la Capitolina: 20 a 15

Match equilibrato, la differenza la fa una meta su intercetto

Roma, 1 novembre 2015
CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Girone 4 – Campo “dell’UNIONE”
U.R.CAPITOLINA – TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI R. C. 20-15 (P.t.12-6)
 
mediceiVScapitolinaMarcatori: p.t. 1’ Falleri cp. (0-3); 5’ Bocchino cp. (3-3); 8’ Falleri cp. (3-6); 11’ Bocchino  cp. (6-6); 26’ Bocchino cp. (9-6); 36’ Bocchino cp. (12-6); s.t. 49’ Falleri cp. (12-9); 50’ Bocchino cp. (15-9); 58’ Falleri cp. (15-12);  21’ m. Tartaglia nt. (20-12); 37’ Falleri cp. (20-15).
 
U.R Capitolina: Molaioli (35’ st. Battarelli), Del Monaco (20’ st. Aquisti), Iacolucci, Gualdambrini (35’ st. Masetti), Tartaglia, Bocchino, Vannini, Budini (32’ st. Iachizzi), Dionisi (11’ st. Cerqua), Bitetti, Manozzi (19’ st. Mantegazza), Belcastro, Forgini), Polioni (5’ pt. Bitonte), Marsella (36’ st.Berardi). All. Orsini
 
Toscana Aeroporti I Medicei: Palmisano (27’ st Reale), Citi, D’Andrea, Biancaniello, Morsellino, Falleri, Billot, Ippolito, Santi, Meyer (23’ st. Cemicetti), Soldi, Civetta, Battisti (12’ st. Venditti), Fanelli, Datola (12’ st. Chiostrini)All. Presutti-Martin
 
Arbitro: Di Nardo
Cartellini: 18’ pt. Palmisano (I Medicei); 21’ s.t. Iacolucci (Capitolina), 29’ s.t. Molaioli (Capitolina)
Punti conquistati in classifica: U.R. Capitolina 4, Toscana Aeroporti I Medicei 1 
Serie A – Girone 4 – III giornata
1.11.15 – ore 14.30
UR Capitolina v Toscana Aeroporti I Medicei 20 – 15
Primavera Rugby v Gran Sasso 20 – 10
Cus Roma v CUS Perugia 29 – 28
 

Classifica:
UR Capitolina 14, Toscana Aeroporti I Medicei 10, Gran Sasso 6, Primavera 6, CUS Perugia 5, CUS Roma 4


Prossimo turno domenica 8 novembre 2015
Gran sasso Rugby v UR Capitolina
Cus Perugia v Toscana Aeroporti I Medicei
Cus Roma v Primavera Rugby
Nello scontro al vertice del girone 4 della Serie A, Toscana Aeroporti I Medicei porta a Firenze solo un punto dal confronto con la UR Capitolina20 a 15 i punti realizzati, di cui 15 per parte nel duello dei calci dalla piazzola tra Falleri e Bocchino. La differenza la fa la meta di Tartaglia nell’ultimo quarto con i gigliati beffati in piena rimonta – 15-12 il parziale – e sbilanciati in avanti alla ricerca della vittoria. La Capitolina stacca i toscani di 4 punti che mantengono comunque la seconda posizione grazie alla sconfitta del Gran Sasso sul campo della Primavera Roma.
Insieme al punto bonus difensivo i biancogrigiorossi riportano a casa qualche rammarico sulle molte occasioni concesse dalla piazzola al cecchino avversario Bocchino – anche se oggi non al meglio – ma anche la consapevolezza di occupare con merito l’attuale posizione in classifica e un bagaglio di valutazioni importanti per il lavoro da fare.
Fa il punto coach Presutti a fine partita: «Non è andata male oggi. Abbiamo conquistato un solo punto ma ci siamo comportati bene. Siamo stati in partita per tutto l’incontro, abbiamo commesso qualche errore di troppo, però i margini di miglioramento ci sono e sono anche tanti, e andiamo avanti per la nostra strada.
 
Hanno sbagliato loro, abbiamo sbagliato noi. Noi potevamo evitare di prendere qualche calcio di troppo, e sicuramente potevamo stare più attenti in occasione della meta loro. Ma sono cose che durante una partita capitano. Siamo stati bravi a superare il momento di difficoltà, abbiamo finito in crescendo e questo lascia ben sperare per il futuro.
In mischia chiusa nel primo tempo abbiamo subito, ma nel secondo tempo siamo stati noi dominanti. A livello di voglia e di movimento è andata bene. Abbiamo anche creato qualche buona occasione che non abbiamo sfruttato. Al di là di questo, sono contento perché chi ha giocato, ha giocato bene. Siamo stati un po’ sfortunati per l’infortunio a Meyer, però abbiamo fatto bene, abbiamo retto, giocando con una delle squadre che va per la maggiore e dove giocano da diverso tempo assieme.
Quindi ci siamo anche noi. Oggi era importante vedere da questa partita le nostre possibilità, a che punto siamo e dove possiamo arrivare. Diciamo che il bilancio è positivo».
Jacopo Gramigni – foto: Beppe D’Andrea