Ancora una battuta d’arresto per I Medicei al Ruffino Stadium Mario Lodigiani

Gigliati sconfitti sul filo di lana dal Lafert San Donà. Finisce 20 a 24

Firenze – Un altro passo falso della Toscana Aeroporti I Medicei tra le mura amiche del Ruffino Stadium Mario Lodigiani. Con il Lafert San Donà è stata sconfitta sul filo di lana, con meta subita nell’ultima azione di gioco. Meta non trasformata e 20 a 24 finale per gli ospiti che ha portato un solo punto bonus difensivo al XV gigliato. I ragazzi di Presutti e Basson hanno concesso troppo agli avversari e sofferto la loro fisicità in mischia. Qualche sprazzo di buon gioco non è stato sufficiente ad imporsi e l’impossibilità di prendere in mano le redini della partita ha condizionato l’incontro.

Sicuramente il San Donà ha avuto il merito di crederci fino in fondo, ma da parte gigliata una situazione di incertezza continua, suffragata da errori nei momenti decisivi e da troppi falli commessi, ha reso sterile quel che di buono è stato costruito mettendo gli avversari nella condizione di rispondere colpo su colpo. Un equilibrio delle parti che si è protratto fino ai minuti finali quando sul vantaggio riconquistato dalla piazzola da un Newton perfetto, anche oggi 4 su 4, il San Donà con determinazione e volontà ha risalito il campo fino a segnare la meta che ha beffato i padroni di casa.

LA CRONACA

Dopo un avvio di marca medicea, San Donà riesce a spostare in avanti il baricentro del gioco. Lunghi minuti nel campo dei fiorentini in cui non raccoglie comunque punti dai calci piazzati che I Medicei hanno concesso. Al 21’ la prima svolta del match: una veloce risalita del campo ad opera di Greeff manda in crisi la difesa dei veneti, che si salvano con un fallo plateale che costa il giallo a dal Sie. La superiorità è ben sfruttata dai toscani con un buon drive. Esteki parte e va a segnare. Impossibile la trasformazione ma non per Newton, è 7-0.

La segnatura non scoraggia San Donà che torna a giocare sui 5 m medicei. La difesa è attenta e dopo alcune fasi si va per il drop, Bacchin, 7-3. Si riparte con una scaramuccia tra Minto e Derbyshire, giallo al mediceo. San Donà preme e ottiene un piazzato che stavolta Biasuzzi non sbaglia per il 7-6. La mischia biancoargentorossa, sin qui in controllo, inizia ad avere problemi: da 40 m Biasuzzi piazza per il sorpasso. Sul rinvio, un errore difensivo un po’ ingenuo di San Donà concede un calcio facile per il piede di Newton, è controsorpasso. Il primo tempo si chiude sul 10-7 per I Medicei, apparsi piuttosto nervosi e che hanno concesso diversi calci agli avversari.

Si riparte senza cambi ma con un in avanti dei fiorentini. San Donà ottiene un calcio per la terza mischia consecutiva ma pasticcia. Esce Montivero rilevato da Battisti. I veneti tornano comunque avanti con una penetrazione di Iovu. Stavolta la difesa dei biancoargentorossi si sfalda ed arriva la meta degli ospiti, con Cosi rimasto a terra per un colpo duro, schiacciata da Ceccato. Biasuzzi trasforma, è 10-16. I Medicei sentono la sfida e si proiettano ancora in avanti. Fiaccata la resistenza della difesa veneta con un maul che fa metri, organizzano un secondo drive che arriva in meta con Minto. Newton trasforma per il 17-16.

Cambi in mischia ed in mediana per I Medicei ma il lavoro del pacchetto ospite frutta ancora un calcio di seconda che permette di restare a giocare in attacco.

Le squadre si sfidano ma sono i problemi in mischia a dare a Biasuzzi il calcio per il sorpasso al 61′, 17-19.

È un altalena nel punteggio. Il gioco si svolge prevalentemente nella porzione mediana del campo e sono gli errori a determinare il possesso. Sprecata una buona piattaforma, i Medicei riprovano con una ripartenza dalla mischia. La difesa di San Donà si salva irregolarmente e Newton non si fa pregare, riportando sopra I Medicei per 20-19. Un fallo un po’ ingenuo dei fiorentini concede a Biasuzzi un calcio da quasi 50 m che non trova i pali. Le squadre si affidano al piede tattico per  tenere gli avversari lontano ma qualche errore de I Medicei permette ancora a San Donà di giocare in attacco con un drive che la difesa ha buon gioco a controllare, forzando il turnover.

Siamo alle battute finali, con il pubblico infreddolito e inchiodato alle poltroncine. I Medicei gestiscono l’ultimo possesso ma commettono un velo su maul, è mischia. San Donà ottiene un penaltouch sui 5 m dei padroni di casa ed organizza a sua volta un maul che viene ben difeso da I Medicei. Si giocano tante fasi, è un vero e proprio corpo a corpo, il cronometro gira ma alla fine è Derbyshire a trovare nella trincea medicea il pertugio che gli permette di segnare la meta della vittoria degli ospiti. Non riesce la trasformazione ed il match si chiude così sul 20 a 24.

INTERVISTA A COACH PRESUTTI A FINE GARA di Stefano Bartoloni

Pasquale Presutti, I Medicei sconfitti, non una bella partita oggi.

Dire una brutta partita è come dare poca importanza al San Donà che la partita se l’è meritata, mentre noi con la testa e nel modo di fare eravamo altrove. Si può vincere, si può perdere, ma giocare così fa male a tutti. Vedere una squadra che una domenica prende cinque calci, un’altra quattro, e poi oggi è protagonista di una indisciplina pazzesca… è un modo di stare in campo anche poco bello da vedere

Un pacchetto che ha sofferto molto anche la spinta del san Donà

Abbiamo sofferto in tutto non solo con il pacchetto. A me personalmente dispiace per chi è venuto a vederci, per la Società e anche per i giocatori stessi, ma sicuramente oggi non abbiamo fatto una bella figura.

Soprattutto una squadra che non riesce a dare una continuità. Dopo la bella prova di Verona oggi in casa c’era la speranza forse di ripetersi, invece un nuovo passo falso.

Noi dobbiamo pensare a fare i punti a stare tranquilli. Vincendo una partita o due non diventiamo fenomeni come non diventiamo poca cosa perdendo. Quello che a me dispiace lo ripeto non è il fatto di perdere, che può capitare, ma come siamo stati in campo. In maniera totalmente diversa da quello che è stato le altre domeniche. Abbiamo perso altre partite in casa ma abbiamo lottato abbiamo giocato oggi abbiamo fatto poco e nulla. Dispiace che sono stati chiamati in causa anche giocatori che giocano poco ma han fatto meno di quello che si pensava. Un po’ tutti, peccato.

Ed ora qualche settimana per le riordinare le idee e ci sarà tanto da lavorare

C’è poco da riordinare, la testa in tutte le cose è fondamentale, e quando ce l’abbiamo altrove combiniamo poco. Dispiace perché oggi avevamo lavorato, avevamo preparato le cose. C’era qualche infortunio per carità, ma per noi era una partita molto molto importante e con un po’ più di attenzione e sacrificio si poteva portare in porto.

Firenze, Ruffino Stadium “Mario Lodigiani” – domenica 18 novembre

TOP12, VIII giornata

Toscana Aeroporti I Medicei v Lafert San Donà   20 – 24  (10-9)

Marcatori: p.t. 22’ m Esteki tr Newton (7-0); 29’ drop Bacchin (7-3); 34’ cp Biasuzzi (7-6); 35’ cp Biasuzzi (7-9); 36’ cp Newton (10-9); s.t. 45’ m Ceccato tr Biasuzzi (10-16); 49’ m Minto tr Newton (17-16); 61’ cp Biasuzzi (17-19); 70’ cp Newton (20-19); 84’ m Derbyshire (20-24);

Toscana Aeroporti I Medicei: Biffi; Cornelli, Cerioni (51’ Lupini), Rodwell, McCann; Newton, Esteki (51’ Rorato); Greef, Boccardo, Cosi; Minto (62’ Brancoli), Cemicetti; Montivero (43’ Battisti), Giovanchelli (62’ Broglia), De Marchi (62’ Zileri).

All. Presutti, Basson

Lafert San Donà: Owen; Biasuzzi, Bacchin E (74’ Bacchin G), Iovu, Falsaperla (79’ Crisantemo); Bertetti, Crosato (72’ Balzi); Jack, Derbyshire, Zuliani; Sutto, Riedo; Thwala (53’ Ros), Dal Sie (53’ Nicotera), Ceccato (62’ Zanusso)

All. Green

Arb.  Bottino (Roma)

AA1 Chirnoaga (Roma), AA2 Sergi (Bologna)

Quarto Uomo: Laurenti (Bologna)

Cartellini: 21’ giallo a Dal Sie (Lafert San Donà); 30’ giallo a Minto (Toscana Aeroporti I Medicei)

Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 4/4; Biasuzzi (Lafert San Donà) 4/7; Bacchin (Lafert San Donà) 1/1;

Note: giornata fredda di sole, vento trasversale, circa 10°. Campo in buone condizioni. Spettatori circa 500.

Man of the Match: Paul Derbyshire (Lafert San Donà)

TOP12 – VIII giornata – 18.11.18 

Valorugby Emilia v Lazio Rugby 1927 54-10 (5-0)

Fiamme Oro Rugby v Verona Rugby 68-14 (5-0)

Mogliano Rugby 1969 v Argos Petrarca Padova 21-27 (1-5)

Toscana Aeroporti I Medicei v Lafert San Donà 20-24 (1-4)

Valsugana Rugby Padova v Rugby Viadana 1970

Kawasaki Robot Calvisano v Femi-CZ Rovigo 20-27 (1-5)

Classifica:Argos Petrarca Padova 34;Valorugby Emilia 30; Fiamme Oro Rugby 28; Mogliano Rugby 1969 25; Kawasaki Robot Calvisano e Femi-CZ Rovigo 24; Rugby Viadana 20; Toscana Aeroporti I Medicei 16; Lafert San Donà 14; Lazio Rugby 1927 10; Valsugana Rugby Padova 7; Verona Rugby 5

Prossimo turno – IX giornata – 01.12.18 – ore 15.00

Rugby Viadana v Femi-CZ Rovigo

Verona Rugby v Valsugana Rugby Padova

Lafert San Donà v Fiamme Oro Roma

Lazio Rugby 1927 v Toscana Aeroporti I Medicei

Argos Petrarca Padova v Valorugby Emilia

Mogliano Rugby 1969 v Kawasaki Robot Calvisano

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Donatella Bernini