Grande festa al Ruffino Stadium, 50 a 0 con il Mogliano e I Medicei chiudono il TOP12 2018/2019 tra gli applausi

Ruffino Man of the Match a Stefan Basson che ha chiuso la carriera da giocatore

Il Ruffino MotM Stefan Basson – Ph. Donatella Bernini

Firenze – Si è tradotta in una grande festa al Ruffino Stadium Mario Lodigiani l’ultima giornata di TOP12 della stagione 2018/2019 per la Toscana Aeroporti I Medicei che si è imposta per 50 a 0 sul Mogliano Rugby 1969. I gigliati hanno imposto dal primo minuto un gioco arioso e potente che ha divertito ed ha avuto come trascinatore il giocatore/allenatore Stefan Basson schierato dal primo minuto nel ruolo di estremo. Il fuoriclasse nazionale sudafricano, icona del rugby italiano e mondiale ha chiuso con questa partita la sua carriera di giocatore con due mete, una trasformazione ed un meritato titolo di Ruffino Man of the Match accompagnato da un premio speciale Ruffino alla carriera.

Partita perfetta per i ragazzi di Presutti e Basson che ha entusiasmato tutti i tifosi presenti e ha confermato la 6a posizione in classifica come miglior piazzamento di sempre per il movimento gigliato. Una kermesse di mete, una più bella dell’altra che ha visto come realizzatori insieme a Basson: CosiCornelliCerioniGiovanchelliBiffi Mattoccia. Non è certo mancato anche lo zampino del solito Newton che con 4 calci e un’ottima prestazione insieme ai vari Greeff, Boccardo, Rodwell, Esteki… ha contribuito a rendere indimenticabile questa bella giornata di rugby fiorentino. Una chiusura di campionato da sogno e anche il migliore dei congedi per chi lascerà la maglia gigliata come Lorenzo Lubian che ha già data per certa la scelta di dedicarsi a tempo pieno alla sua attività di operatore umanitario.

Con lo staff tecnico riconfermato dal presidente Lucibello si può già volgere lo sguardo alla prossima stagione di un campionato che comunque deve dire ancora la sua su tanti aspetti in quella attuale. In arrivo i play-off scudetto di un TOP12 che si è dimostrato valido come formula per interesse tecnico e seguito sportivo – confermata la trasmissione su RAI SPORT per le fasi finali – e ancora tutto da decidere in termini salvezza dove l’ultimo posto al sole se lo giocheranno con uno spareggio Verona Rugby e S.S. Lazio Rugby 1927.

CRONACA
Si inizia con una perla. Basson recupera il calcio d’invio, dà a Greeff che taglia in due tutta la difesa e, dopo almeno cinquanta metri, scarica su Cosi che può schiacciare tra i pali. Newton non fallisce, 7-0 dopo nemmeno due minuti. Timida reazione degli ospiti. La difesa orchestra un contrattacco che, dopo un calcetto di Basson, porta Cornelli in meta. Newton impeccabile, 14-0 al 6’. Mogliano stenta a capire cosa sta succedendo. Al 9’ la difesa medicea recupera ancora, Greeff fa metri e dà a Basson che vola in meta. Newton non perdona, 21-0 al 10’. Al momento l’unico rischio è che I Medicei esagerino ma per ora tutte le esecuzioni sono perfette. Per vedere Mogliano giocare nel campo mediceo occorre aspettare il 20’ ma stavolta è Newton che legge il movimento offensivo e intercetta, scarica ottimamente su Cerioni ed è subito bonus. Con la trasformazione, 28-0 al 21’. Si arriva al 30’ senza ulteriori scossoni. Mogliano cerca di portare il match sulla bagarre, Minto chiama i suoi alla calma. Fallo stupido su Basson, placcaggio molto in ritardo ma c’è solo un richiamo. Ancora qualche fallo di frustrazione da parte degli ospiti, falli ripetuti. I Medicei continuano a gestire le operazioni ed è solo qualche imprecisione che impedisce di raccogliere frutti. 39’, da penaltouch, Giovanchelli finalizza un buon drive schiacciando alla bandierina. Newton stavolta nulla può contro il vento contrario ed il tempo si chiude sul 33-0.

Si riparte da dove si era finito il primo tempo. Greeff dispone della difesa avversaria, viene riacciuffato in extremis, la palla va a Newton che legge la salita anticipata e calcia un grubber per Basson che va a segnare alla bandierina. Lui stesso si incarica della trasformazione, corta di un soffio. Si prosegue con le marcature dei biancoargentorossi cui Mogliano non riesce a trovare le contromosse. Vanno a segno prima Biffi e poi Mattoccia, con Rorato autore di una buona prestazione anche difensiva che non riesce a schiacciare per un pizzico di sfortuna per arrotondare il comunque cospicuo bottino dei fiorentini. Alla fine sono otto mete senza risposta, con un gioco spumeggiante che ha divertito il pubblico presente. Un perfetto ultimo giorno di scuola.

INTERVISTA A COACH PRESUTTI A FINE GARA di Stefano Bartoloni

Oggi è una bella festa quello che ci voleva per chiudere al meglio questo campionato.
Sì, diciamo che è stato un bel pomeriggio ed è quello che volevamo, finire nella maniera migliore festeggiando Basson e salutando Lubian e qualcun altro che non sarà con noi il prossimo anno. Ci siamo riusciti abbiamo fatto molto bene. I ragazzi sono stati molto ordinati molto attenti e diciamo che sono stati bravi anche nel momento in cui la partita sembrava segnata a non mollare a non prendere mete a rimanere concentrati in difesa e a proporre anche un bel gioco d’attacco.
Ci sono un po’ di rimpianti dopo aver visto questa squadra così concentrata fino all’80º mentre in altre occasioni non l’abbiamo avuta
Per qualche altra partita forse ma non è che questo avrebbe cambiato molto il risultato finale. Penso che questa, e l’ho detto dal primo giorno, sia la nostra posizione; possiamo migliorarla con il lavoro andando avanti però dobbiamo anche renderci conto che per fare un campionato con continuità come si deve fare per le squadre di alta classifica forse noi non siamo ancora pronti. Non è detto che non ci arriviamo, però io penso che abbiamo fatto molto molto bene.
Un bel sesto posto e una bella chiusura di campionato come buon auspicio per il prossimo anno
Sì, come ho detto prima forse potevamo avere qualche punto in più ma i primi quattro posti erano già segnati; poi c’erano le Fiamme Oro, subito dopo noi. Confermo che sono soddisfatto, si può fare sempre meglio ma un po’ alla volta.

Firenze, Ruffino Stadium “Mario Lodigiani” – sabato 27 aprile
TOP12, XXII giornata
Toscana Aeroporti I Medicei v Mogliano Rugby 1969 50 – 0 (33-0)
Marcatori: p.t. 1’ m Cosi tr Newton (7-0); 6’ m Cornelli tr Newton (14-0); 9’ m Basson tr Newton (21-0); 20’ m Cerioni tr Newton (28-0); 39’ m Giovanchelli (33-0); s.t. 42’ m Basson (38-0), 48’ m Biffi tr Basson (45-0); 67’ m Mattoccia (50-0);
Toscana Aeroporti I Medicei: Basson; Cornelli, Rodwell (45’ Biffi), Cerioni, Lubian (50’ Mattoccia); Newton, Esteki (48’ Rorato); Greeff (65’ Cosi), Boccardo, Cosi (49’ Chianucci); Maran (cap.), Minto (48’ Brancoli); Montivero (48’ Battisti), Giovanchelli (49’ Broglia), Schiavon (41’ Zileri).
All. Presutti, Basson
Mogliano Rugby 1969: Da Re; D’Anna (60’ Facchini), Pavan (55’ Marin), Guarducci, Faulds (58’ Fabi); Jackman, Gubana (48’ Galimberti); Toai Key, Vizzotto (52’ Carraretto), Finotto; Corazzi (cap.), Delorenzi; Michelini (50’ Cincotto), Ferraro (55’ Ceccato), Buonfiglio (52’ Di Roberto)
All. Cavinato
Arb. Gianluca Gnecchi (Brescia)
AA1 Matteo Liperini (Livorno), AA2 Antonino Nobile (Frosinone)
Quarto Uomo: Stefano Rosamilia (Roma)
Cartellini: nessuno
Calciatori:Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 4/5; Basson (Toscana Aeroporti I Medicei) 1/3; 
Note: pomeriggio soleggiato, circa 20°. Campo in buone condizioni. Spettatori circa 800.
Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 5; Mogliano Rugby 1969 0;
Ruffino Man of the Match: Stefan Basson (Toscana Aeroporti I Medicei)

TOP12 – XXII giornata – 27.04.19
Rugby Viadana 1970 v Verona Rugby 24-20 (4-1)
Valsugana Rugby Padova v S.S. Lazio Rugby 31-36 (2-5)
Fiamme Oro Rugby v Argos Petrarca Rugby 24-27 (2-4)
FEMI-CZ Rovigo v Lafert San Donà 43-16 (5-0)
Valorugby Emilia v Kawasaki Robot Calvisano 16-21 (1-4)
Toscana Aeroporti I Medicei v Mogliano Rugby 1969 50-0 (5-0)

Questa la classifica finale della regular season del TOP12:
Kawasaki Robot Calvisano* 90 punti; FEMI-CZ Rovigo* 88; Argos Petrarca Rugby* 82; Valorugby Emilia* 79; Fiamme Oro Rugby 67; Toscana Aeroporti I Medicei 51; Lafert San Donà 45; Rugby Viadana 1970 44; Mogliano Rugby 1969 37; Verona Rugby, S.S. Lazio Rugby 1927** 30; Valsugana Rugby Padova***23

*qualificate ai play-off
**quattro punti di penalizzazione
***retrocessa in Serie A

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Donatella Bernibi