I Medicei ad un soffio dalla vittoria sui campioni d’Italia del Calvisano

Finisce 23 a 27, con gli ospiti che ribaltano il risultato a tempo scaduto.
Grande prova dei gigliati che escono dal campo tra gli applausi del Ruffino Stadium

Firenze – È finita 23 a 27 tra gli applausi del Ruffino Stadium una prova magistrale tra qualità e orgoglio che la Toscana Aeroporti I Medicei espressa con il campione d’Italia uscente Kavasaki Robot Calvisano che ha portato a casa la vittoria con un’ultima meta dell’ala Trulla a tempo scaduto. Di più non si poteva chiedere ai gigliati, il parere unanime emerso tra tifosi e addetti ai lavori della società fiorentina. Il coach avversario Brunello ha messo in campo tutta la potenza offensiva giallonera, una squadra che sopratutto nel primo tempo ha dato l’impressione di avere in mano il match dettando all’occorrenza tempi e modi del confronto. Una formazione strutturata in ogni reparto trascinata da un incontenibile Vunisa autore di una meta e designato “Peroni player of the match”.

Sull’altro fronte i gigliati non hanno mollato un metro senza dare filo da torcere agli avversari. Il “venderemo cara la pelle” annunciato da Presutti portato alla dimensione rugbistica. Muro difensivo, pack arrembante nelle fasi dinamiche e accelerazioni offensive che si sono tradotte nella bella meta di Rodwell sul pregevole calcio passaggio di Newton e nelle incursioni profonde di Biffi ripagate dalla sua bellissima meta di costruzione corale. Il tutto, in un crescendo che ha esaltato il pubblico, per arrivare dopo un piazzato di avvicinamento al drop del temporaneo sorpasso finale ancora dell’apertura gallese Newton oggi infallibile al piede e premiato con il “Ruffino MVP”.

CRONACA
2’: I Medicei attaccano, serie di falli di Calvisano, Newton tenta un calcio passaggio su vantaggio, poi si va per i pali: 3-0.
4’: Calvisano va a giocare un touch nei 22’ biancoargentorossi, una buona organizzazione della difesa annulla il pericolo.
7’: gli ospiti continuano ad attaccare ed ottengono un penaltouch sulla linea dei 10 m dei fiorentini ma il calcio esce direttamente in area di meta, si va a giocare la prima mischia: calcio indiretto per I Medicei per spinta anticipata.
11’: improvvisa accelerata degli ospiti, la difesa fiorentina si fa trovare impreparata e va in affanno, poi si riorganizza e costringe gli ospiti a tante fasi, poi un fuorigioco dà la possibilità di penaltouch. Dalla maul Luccardi va a segnare e Pescetto trasforma per il 3-7.
19’: I Medicei sono in attacco ma pasticciano e perdono il pallone. Calvisano è rapido ad organizzarsi e Vunisa, che finalizza un sovrannumero, segna. Pescetto non trasforma, 3-12.
26’: terza meta di Calvisano. Panceyra sfrutta un errore al placcaggio della linea medicea, 3-19.
31’: il neo entrato Izekor si mette in evidenza con una percussione che porta Calvisano nei 22 fiorentini, poi la difesa si riorganizza e forza un in avanti.
37’: I Medicei costruiscono un lungo attacco: partenza di Tuculet dai propri 22, Esteki prosegue con un calcio intelligentissimo che sfrutta la nuova regola sui touch in attacco (50/22). La difesa sembra organizzata, si passa per tante fasi poi Newton vede Rodwell al largo e lo trova con un preciso calcio passaggio. Il centro mediceo bravo a coordinarsi e schiacciare. Difficile, la trasformazione, ma non per Newton, che centra i pali per il 10-19 che chiudono il primo tempo

Rientra in campo senza cambi per i toscani, Calvisano sostituisce Leso con Cittadini.
44’: i lombardi sfruttano un calcio di Pescetto per riallungare, 10-22.
48’: bella meta di Biffi. Una lunga manovra dei fiorentini viene finalizzata dalla velocità dell’ala biancoargentorossa. Ancora non facile la trasformazione, Newton non trema e aggiunge gli extra per il 17 a 22.
49’: Presutti sostituisce la prima linea per portare energie fresche. La mossa produce i suoi frutti, I Medicei hanno maggiori possesso e territorio, la scontro è acceso.
57’: entra Rorato per Esteki.
69’: la lunga pressione dei fiorentini costringe gli ospiti al fallo. Newton dalla piazzola porta i fiorentini a ridosso, 20-22.
75’: Calvisano attacca, in evidenza Rorato che ruba un pallone prezioso.
I fiorentini tentano l’aggancio, gli ospiti rispondono con una buona organizzazione difensiva che viene però messa in crisi dalle accelerazioni dei padroni di casa. L’arbitro segnala il vantaggio per I Medicei e Newton, oggi perfetto al piede, piazza il drop che vale il sorpasso.
Dopo una lunga rincorsa, al 79’ è 23-22.
Calvisano, per la prima volta dopo lunghi minuti, si riporta nei 22 medicei e si affida alla fisicità di Vunisa e di Izekor per tentare di sfondare. Buona la risposta dei fiorentini che costringono gli ospiti, senza commetter fallo, ad una lunga serie di attacchi vicini al raggruppamento. Sull’ennesimo cambio di fronte di attacco, all’84’ riescono a trovare un varco alla bandierina e segnano con Trulla la meta del controsorpasso. Pescetto non trasforma ed il match si chiude sul 23 a 27.

INTERVISTA A COACH PRESUTTI A FINE GARA di Stefano Bartoloni

Pasquale Presutti col sorriso sulle labbra, una sconfitta ma una bellissima prestazione.
È sempre una sconfitta, ci ridiamo su per come è avvenuta, però diciamo che oggi c’è mancato veramente un po’ di fortuna. Partita totalmente diversa a quella di sabato scorso. Abbiamo fatto un primo tempo un po’ così e così ma anche un grande secondo tempo a livello di attacco, di difesa ma soprattutto di volontà. Peccato. D’altronde con squadre come il Calvisano quando gli si da l’opportunità di tenere palla consapevoli che è l’ultima azione… noi li abbiamo bloccati per otto, nove fasi ma poi alla fine sono andati in meta. Gran bella prestazione dei Medicei e anche del Calvisano direi perché è stata una partita a livello fisico e di ritmo molto molto bella.
Se possiamo fare un appunto a I Medicei un primo tempo un po’ con il freno a mano tirato e poi si sono sciolti nel secondo tempo.
Sì perché c’è anche il timore, non dico di affrontare queste squadre per carità, come abbiamo sempre detto rispetto di tutti paura di nessuno ma sì ha un po’ la paura di sbagliare. Siamo un po’ così. Anche nelle partite che abbiamo fatto in pre-campionato i primi tempi hanno lasciato un po’ a desiderare, poi man mano che la partita scorre prendiamo fiducia… Dobbiamo lavorare per prendere prima questa fiducia e credere di più nei nostri mezzi.
Comunque abbiamo visto una delle caratteristiche più importanti per una squadra, il cuore la grinta la voglia di combattere fino alla fine e questi Medicei ce l’hanno.
Sempre per quaranta minuti non nei primi diciamo dobbiamo imparare a farne sessanta, settanta e se siamo bravissimi anche ottanta.

Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – sabato 26 ottobre 2019
Peroni TOP12, II GIORNATA

Toscana Aeroporti I Medicei v Kawasaki Robot Calvisano 23-27 (10-19)

Marcatori: p.t. 2’ cp Newton (3-0); 14’ m Luccardi tr Pescetto (3-7); 21’ m Vunisa (3-12); 26’ m Panceyra tr Pescetto (3-19); 38’ m Rodwell tr Newton (10-19); s.t. 44’ cp Pescetto (10-22); 48’ m Biffi tr Newton (17-22); 69’ cp Newton (20-22); 79’ drop Newton (23-22); 80’+4 m Trulla (23-27)
Toscana Aeroporti I Medicei: Tuculet; Cornelli, Menon, Rodwell, Biffi; Newton, Esteki (57’ Rorato); Greeff, Boccardo, Venco; Maran (cap.), Signore (49’ Chiappini); Marín Alarcón (49’ Battisti), Giovanchelli (49’ Schiavon), Zileri (49’ De Marchi).
All. Presutti, Basson
Kawasaki Robot Calvisano: Chiesa (cap.); Balocchi (72’ Trulla), Panceyra, Mazza (59’ Mori), Van Zyl; Pescetto, Semenzato (60’ Consoli); Vunisa, Archetti, Casolari; Van Vuren, Zanetti (22’ Izekor); Leso (41’ Cittadini), Luccardi (59’ Morelli), Brugnara (59 Barducci)
All. Brunello
Arb. Emanuele Tomò (Roma)
AA1 Federico Boraso (Rovigo), AA2 Simone Boaretto (Rovigo)
Quarto Uomo: Massimo Celli (Arezzo)
Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 5/5; Pescetto (Kawasaki Robot Calvisano) 3/5;
Note: pomeriggio soleggiato, circa 26°. Campo in ottime condizioni. Spettatori circa 900.
Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 1; Kawasaki Robot Calvisano 5;
Peroni Player of the Match: Samuela Vunisa (Kawasaki Robot Calvisano)
Ruffino MVP: Dan Newton (Toscana Aeroporti I Medicei)

Classifica: Argos Petrarca Padova e Kawasaki Robot Calvisano punti 10; Femi-CZ Rovigo*, Mogliano Rugby* e Fiamme Oro Rugby* punti 5; Lafert San Donà* e Toscana Aeroporti I Medicei 1; IM Exchange Viadana**, Valorugby Emilia**, Lazio Rugby 1927, TSitav Lyons* e HBS Colorno* 0.

*una partita in meno
**due partite in meno

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Donatella Bernini