I Medicei di Presutti in amichevole con la Pro Recco

I MEDICEI logo WEB

Fine settimana ricco di impegni agonistici: in campo anche Le Medicee e l’Under 18

Firenze, 19 settembre 2015 – Si apre oggi, con una doppia sfida tra Senior e U18 in trasferta a Recco contro i locali Squali un fine settimana denso di impegni per Toscana Aeroporti I Medicei. Si parte con la Under 18 di Sorrentino e Falleri che scenderà in campo alle 16.00 contro i pari età della Pro Recco. A seguire, verso le 18.00, toccherà alle formazione di Serie A di Presutti e Martin confrontarsi sul campo Carlo Androne con i recchesi di Villagra.

Anche la compagine femminile di Toscana Aeroporti I Medicei, le Medicee di Nembrini e Chiarella, sarà impegnata domani domenica 20 alle 15.30 sul campo della Clanis Cortona in amichevole contro la Rugby Donne Etrusche, l’altra rappresentativa toscana che sarà protagonista nella Serie A femminile a 15 della prossima stagione. Completa la rassegna degli impegni biancorossi l’amichevole di domani in trasferta contro la Modena Rugby dei Cadetti di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931 di Cerchi e Morace che per la prima volta si troveranno ad affrontare un test con una squadra di Serie B.

Le dichiarazioni dell’head coach Presutti in vista dell’incontro con i liguri: «Abbiamo avuto buone indicazioni dal primo test di Badia, c’è tanto da fare e questo lo sappiamo, ma abbiamo iniziato a vedere dove c’è da mettere le mani… e da fare ce n’è abbastanza. Sono contento personalmente che il Pro Recco abbia accettato di fare un’amichevole perché la considero tra le migliori squadre della serie A. Non per niente per due anni è arrivata in finale (playoff accesso all’Eccellenza, ndr).

Saranno test, sia questo con Recco che quello de L’Aquila, per vedere a che punto siamo con la preparazione, dove dobbiamo lavorare di più dove dobbiamo lavorare di meno. – conclude Presutti – Non faremo sicuramente caso al risultato, che sia negativo o positivo. Andiamo e vediamo. Portiamo anche a Recco 27/28 giocatori, diamo spazio un po’ a tutti e poi da sabato prossimo a L’Aquila cominceremo a restringere ai 24/25 giocatori».

Jacopo Gramigni