I Medicei escono a testa alta dalla sconfitta con il Petrarca nella finale scudetto Under 18

Partita giocata alla pari. Dopo il buon avvio qualche errore e indisciplina ha permesso il recupero dei patavini

Reggio Emilia – Si è chiusa con la sconfitta della Toscana Aeroporti I Medicei la finale scudetto Under 18 con l’Argos Petrarca Padova che ha avuto come cornice uno splendido Stadio Crocetta Canalina gremito dai tifosi dei due colori. Ad un ottimo avvio di gara che li ha portati ad un vantaggio di 8 a 0 i gigliati hanno contrapposto alcune disattenzioni sul piano tecnico e disciplinare che hanno permesso il recupero agli avversari. Sull’8 a 21 anche in inferiorità numerica la solida difesa petrarchina non ha dato modo ai ragazzi di Sorrentino e Falleri di tentare un recupero finale. La sconfitta non toglie niente alla prestazione della squadra che esce a testa alta da questa finale come Vicecampione D’Italia e avendo segnato un nuovo traguardo nella storia del rugby fiorentino.

LA CRONACA
Dopo un piazzato al 2′ di Del Bono al 4′ Di Puccio schiaccia in meta per l’8-0 dopo aver recuperato un suo bel calcio in profondità in una fase di recupero. La partita si fa fisica, i patavini si rendono pericolosi e spingono sull’acceleratore approfittando di un errore gigliato e lanciando in meta al 21’ Raccanello innescato da un cross kick di Ferrarin. La stessa apertura patavina incrementa il vantaggio poco dopo approfittando di un calcio di punizione centrale sui 22 fiorentini e portando i suoi a chiudere in vantaggio il primo tempo, 8 a 11.

Nella ripresa le migliori intenzioni dei ragazzi di Sorrentino e Falleri fanno ancora i conti con alcune incertezze sulla gestione del gioco e non si concretizza la svolta necessaria a cambiare la partita. Il tempo scorre e il Petrarca mantiene quel dominio territoriale che costringe i gigliati a prendersi dei rischi che portano al 46′ alla meta di Marcellan che va a schiaccare in mezzo ai pali un pallone rubato su una penetrazione biancoargentorossa, 8-18. Con il piazzato di Ferrarin al 49’ per l’8 a 21 finale si chiude il capitolo marcature con I Medicei che, complice la stanchezza, non riescono a sfondare se pur in vantaggio numerico per un giallo a Marcellan.

“Siamo un po’ giù, ma non ci dimentichiamo che siamo vicecampioni d’Italia – esordisce coach Sorrentino nel commento alla partita – Siamo partiti forte, ma la differenza l’ha fatta l’esperienza di reggere partite a questa intensità. Due errori hanno deciso la partita, però le finali vanno giocate e per farlo bisogna arrivarci. Noi siamo stati bravi ad arrivarci, più di questo non potevamo fare. Non ci dimentichiamo che la nostra è una squadra molto giovane, in squadra avevamo solo quattro 2000, gli altri tutti 2001 e 2002. Questa è una squadra che ha sicuramente un futuro, vedremo quello che potrà fare.”

Reggio Emilia, Stadio Crocetta Canalina – domenica 9 giugno 2019
Campionato Italiano Under 18, Finale
Toscana Aeroporti I Medicei v Argos Petrarca Padova  8-21   (8–11)
Marcatori: p.t. 2’ cp Del Bono 3-0; 4’ m Di Puccio (8-0); 21’ m Racanello (8-5); 28’ cp Ferrarin (8-8); 35’ cp Ferrarin (8-11); s.t.  45’ m Marcellan tr Ferrarin (8-18); 49’ cp Ferrarin (8-21)
Toscana Aeroporti I Medicei: Nannini; Pesci, Di Puccio, Chiti, Fialà (49’ Campolucci); Del Bono, Biagini; Frangini, Mannelli, Sestini; Pracchia, Metti (cap.); Sassi (67’ Migliori), Sorrentino (67’ Ciampi), Krifi (48’ Bonaccorsi)
A disposizione: Querci, Ferrazza, Cherici 
All.  Sorrentino, Falleri
Argos Petrarca Padova: Lazzarin; Raccanello, Beltrame, Russo, Sottoriva (64’ Maccarini); Ferrarin, Tognetti; Goldin, Marcellan, Fioriti; Brevigliero (55’ Garbo), Longhin (cap.) (69’ Miolo); Libero (36’ Baldo), Di Bartolommeo (69’ Peggion), Gregori
A disposizione
: Bellon, Regazzo
All.
 Maistri, Rizzo
Arb. Vedovelli (Sondrio)
AA1 Gnecchi (Brescia), AA2 Russo (Milano)
Quarto Uomo: Salafia (Milano)
Cartellini: 64’ giallo a Marcellan (Argos Petrarca Padova)
Calciatori: Del Bono (Toscana Aeroporti I Medicei ) 1/2; Ferrarin (Argos Petrarca Padova) 4/6;
Note: parzialmente nuvoloso, circa 29°. Campo in ottime condizioni. Spettatori circa 1100. Water break 19’, 54’;
Man of the Match: Ferrarin (Argos Petrarca Padova)

Jacopo Gramigni – Stefano Bartoloni – Gianni Savia – Ph. Donatella Bernini