I Medicei non ce la fanno con le Fiamme Oro

Troppi errori condizionano la prova gigliata

Firenze – Ancora sconfitti I Medicei al quarto turno di Peroni TOP12. Con le Fiamme Oro Rugby è un 9 a 41 che parla da solo. I punti dei fiorentini sono frutto del piede dell’apertura Dan Newton – oggi Ruffino MVP – che è riuscito con il suo 100% a mantenere  i suoi agganciati agli avversari nel primo tempo.

Le Fiamme Oro hanno avuto il merito della concretezza su ogni occasione creata o che gli è stata concessa da errori avversari e hanno realizzato punti ogni qualvolta si siano spinti in profondità nel campo gigliato. Brava l’apertura Azzolini (Peroni POM) per la gestione del gioco in attacco e per il 7 su 7 dalla piazzola.

I ragazzi di Presutti e Basson non sono invece riusciti a dare continuità alle proprie iniziative e dal secondo tempo sono andati progressivamente a perdere quelle loro peculiarità agonistiche su cui impostare una reazione incisiva.

Adesso l’obiettivo su cui focalizzarsi è quello che si profila come uno scontro diretto per la salvezza con l’HBS Colorno in trasferta del prossimo 30 novembre, anticipato dalla partita gemella di Coppa Italia di sabato prossimo. 

CRONACA

Partono bene, I Medicei che, alternando aperture e penetrazioni vicino al punto d’incontro, già al 2’ costringono la difesa cremisi a recuperare irregolarmente e dare a Newton la possibilità di inaugurare le segnature. Il gallese non sbaglia e si va sul 3 a 0.

Un calcio profondo di Azzolini viene recuperato da Tuculet che rispedisce indietro il pallone. Dal touch i romani organizzano un maul che fa strada. Fallo dei fiorentini: penaltouch sui 5 m biancoargentorssi e gli avanti romani, dopo alcune fasi, riescono a varcare la linea con Fragnito. Al 6’ è 3-7.

I Medicei si riportano avanti e cercano di sfondare l linea dei romani ma un fallo in attacco li ricaccia indietro. I cremisi hanno il possesso ma il gioco si svolge prevalentemente nella fascia centrale del campo.

Al 15’ lampo dei fiorentini. Un attacco per linee dirette li porta rapidamente al limite dei 22 degli ospiti. Un in avanti li costringe a tornare su un vantaggio e ripartire dalla mischia. L’attacco viene fermato da un placcaggio alto su Newton, che non ci pensa due volte e piazza il 6-7.

I romani si appoggiano ancora al maul per avanzare ma stavolta la difesa dei fiorentini non si lascia sorprendere e Newton sfrutta un calcio a favore per riportare avanti la squadra. Bene I Medicei, che riescono a contrastare senza troppe difficoltà le velleità dei romani. È un buon momento per la squadra di Presutti e Basson ma un fallo ingenuo in attacco concede ai romani la possibilità di togliersi d’impiccio.

Buon lavoro del touch mediceo che, quando il lancio è diritto, riesce a rubare il pallone. È soltanto qualche errore dei fiorentini a permettere ai romani di restare in attacco, piccoli errori alla mano o nel gioco al piede sufficienti ad impedire la continuità al gioco mediceo.

Al 28’ è proprio un pasticcio al recupero di un pallone innocuo a permettere ai romani di segnare la seconda meta, con Guardiano. Azzolini trasforma per il 6-14, svantaggio abbastanza immeritato per quanto visto finora in campo.

I Medicei si riportano caparbiamente avanti e riescono ad impegnare la difesa romana ma ancora un fallo ingenuo in attacco permette ai romani di allontanare il pericolo. Ennesimo lancio storto, stavolta troppo anche per l’arbitro, che concede una mischia. Buon lavoro del pacchetto mediceo, calcio a favore e Newton centra i pali per il 9-14. Malgrado i tanti errori, I Medicei sono nel match. 

Al 38’ viene fischiato un fuorigioco alla linea medicea appena dentro i propri 22 e Azzolini porta i romani sul 6-17, punteggio che chiude il primo tempo.

Si riparte senza cambi ma il match prende subito una brutta china per i colori fiorentini. Un errore di manualità concede all’ala romana Forcucci la possibilità di volare indisturbato in meta. Al 41’ è 9-24.

Presutti e Basson inseriscono forze fresche, che si fanno subito valere in mischia ed i fiorentini tornano in campo  romano. Continua il buon momento del pacchetto fiorentino, penaltouch sui 5 m. Il lancio viene però rubato, l’occasione sfuma ed anzi, sul contrattacco, Forcucci trova un canale sguarnito e lancia in meta Malo; al 50’ è 9 a 31. Esce Maran per Signore.

Il match si è messo male per i fiorentini, che tentano di riportarsi avanti ma sono ancora frenati da tanti piccoli errori. I romani ne approfittano per aggiungere tre punti su un piazzato di Azzolini al 56’ e, da un pallone recuperato in difesa, per segnare ancora con l’estremo Malo per il 9-41.

La reazione dei fiorentini li porta a chiudere in attacco il match, mettendo alle corde la difesa romana che si salva per due volte consecutive facendo crollare irregolarmente il maul mediceo lanciato a meta, sorprendentemente senza conseguenze, ed il match si chiude con il successo degli ospiti.

INTERVISTA A COACH PRESUTTI A FINE GARA di Stefano Bartoloni

Pasquale Presutti questi Medicei ancora stentano. Un primo tempo che aveva dato qualche speranza ma con tanti errori, e poi un secondo tempo di passione.

Diciamo che stentano e che si spengono man mano che la partita va avanti. Abbiamo fatto una buona mezz’ora dove abbiamo giocato quasi alla pari poi abbiamo preso una meta su un errore che può capitare. Poi un’altra meta all’inizio del secondo tempo ci ha sicuramente demoralizzato e ha messo in condizione le Fiamme Oro di andare in discesa e noi in una salita difficile da percorrere. 

Ora ci sarà da lavorare molto sulla testa di questi ragazzi più che sul fisico perché ci sarà da riacquistare quella mentalità vincente che in queste ultime due giornate non abbiamo visto.

Un mio vecchio maestro diceva: “Pasquale tutto è allenabile ma per la testa ci vuole molto di più”. Speriamo di riuscirci. 

Speriamo che anche la sorte ci aiuti. Abbiamo avuto molti infortuni in queste settimane, la rosa de I Medicei non è lunghissima ma comunque i ragazzi che sono scesi in campo hanno dato tutto.

Dobbiamo stare tranquilli e lavorare per commettere meno errori possibili e poi alla fine quei 20 30 40 punti secca prenderli ma poi per la classifica questo vale poco. Però dobbiamo cominciare a cambiare registro con lavorare tutti assieme con più entusiasmo e più voglia di sacrificio.

Lo sapevamo già da agosto che queste partite sarebbero state difficili e così sono state. Ora ci vuole un cambio di passo e provare a portare punti a casa.

Dobbiamo farlo per forza non possiamo fare un funerale ogni settimana da qui alla fine di maggio, poi ci perdiamo anche la suola delle scarpe. Bisogna stare attenti e fare le cose nella maniera giusta che secondo me abbiamo l’opportunità di farlo.

Firenze ‘Ruffino Stadium Mario Lodigiani’ – sabato 9 novembre 2019

Peroni TOP12, IV giornata

Toscana Aeroporti I Medicei v Fiamme Oro Rugby 9-41 (9-17)

Marcatori: p.t. 3’ cp Newton (3-0); 7’ m Fragnito tr Azzolini (3-7); 17’ cp Newton (6-7); 28’ m Guardiano tr Azzolini (6-14); 33’ cp Newton (9-14); 38’ cp Azzolini (9-17); s.t. 41’ m Forcucci tr Azzolini (9-24); 49’ m Malo tr Azzolini (9-31); 56′ cp Azzolini (9-34); 61’ m Malo tr Azzolini (9-41)

Toscana Aeroporti I Medicei: Tuculet; Panetti M. (59’ Panetti A.), Menon, Rodwell, Mattoccia (68’ Bientinesi); Newton, Esteki (44’ Rorato); Greeff, Boccardo, Venco (44’ Brancoli); Maran (cap.) (51’ Signore), Chiappini ; Marín Alarcón (44’ Battisti), Broglia (44’ Schiavon), De Marchi (44’ Zileri).

All. Presutti, Basson

Fiamme Oro Rugby: Malo; Forcucci (67’ Gabbianelli), Vaccari, Quartaroli, Guardiano; Azzolini, Marinaro (53’ Fusco) ; De Marchi (52’ Cornelli), Cristiano (cap.), Bianchi (59’ Chianucci); D’Onofrio U., Fragnito (67’ Stoian); Nocera (53’ Di Stefano), Kudin (58’ Taddia), Iovenitti (45’ Zago).

All. Castagna

Arb. Federico Boraso (Rovigo)

AA1 Simone Boaretto (Rovigo), AA2 Giorgio Sgardiolo (Rovigo) 

Quarto Uomo: Massimo Celli (Arezzo)

Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 3/3; Azzolini (Fiamme Oro Rugby) 7/7;  

Note: pomeriggio nuvoloso, circa 12°. Campo in buone condizioni. Spettatori circa 600.

Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 0; Fiamme Oro Rugby 5;

Peroni Player of the Match: Azzolini (Fiamme Oro Rugby)

RISULTATI

FEMI-CZ Rovigo v Kawasaki Robot Calvisano 21-14 (4-1)

Argos Petrarca v IM Exchange Viadana 1970 13-6 (4-1)

S.S. Lazio Rugby 1927 v Valorugby Emilia 7-34 (0-5)

Toscana Aeroporti I Medicei v Fiamme Oro Rugby 9-41 (0-5)

Lafert San Donà v HBS Colorno 44-35 (5-1)

Domani ore 15

Sitav Rugby Lyons v Mogliano Rugby 1969

CLASSIFICA

Argos Petrarca 19 punti; FEMI-CZ Rovigo 17; Valorugby Emilia, Fiamme Oro Rugby, Kawasaki Robot Calvisano 16; Mogliano Rugby 1969 14*; Lafert San Donà 10; IM Exchange Viadana 1970 6; HBS Colorno 2; S.S. Lazio Rugby 1927 e Toscana Aeroporti I Medicei 1; Sitav Rugby Lyons 0*

*Una partita in meno

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni