I Medicei portano a casa un meritato punto bonus da Padova

Con i campioni d’Italia dell’Argos Petrarca finisce 26 a 20, i gigliati protagonisti di una buona prova

Il match di andata – Ph. Alessio Boschi

Padova – Sconfitta di misura all’Argos Arena di Padova per la Toscana Aeroporti I Medicei nel confronto con i campioni d’Italia dell’Argos Petrarca. Dopo le caliginose prove delle ultime giornate il 26 a 20 di oggi – 5 a 1 i punti per la classifica – è stato un forte segnale di rientro sui giusti binari per i gigliati di Presutti e Basson e per i petrarchini di Marcato la certezza matematica della qualificazione ai play off. Le due squadre hanno animato un bel match molto fisico e messo in luce fasi di grande qualità. Bene su tutti i fronti, solidità in mischia e sui trequarti per I Medicei che sopratutto nel primo tempo si sono imposti sul dominio territoriale e sul possesso palla.
Qualche sbavatura in touche e 20’ concessi in superiorità numerica per due gialli non ne hanno fatto la partita perfetta per la squadra fiorentina. Oltre che con una consistente fase difensiva, quest’ultima ha risposto all’efficacia delle combinazioni penal touche con meta su drive e accelerazioni nel gioco al largo petrarchine, con unNewton ancora perfetto dalla piazzola e nelle scelte tattiche come in occasione della meta di Boccardo su calcio passaggio. Degno di nota il confronto tra i reparti di terza linea – Greeff/Boccardo Chianucci vs Goldin/Conforti/Trotta (mom) – e dei centri –Cerioni/Rodwell vs De Masi/Leaupepe che per intensità e continuità è stato il principale terreno su cui le due squadre si sono misurate. Importante infine il colpo di coda fiorentino che negli ultimi minuti con caparbietà su drive avanzante del pack ha portato a tempo scaduto in meta Cacciagrano (prima personale in TOP12).

CRONACA
1’ subito un’occasione per I Medicei. Prima Giovanchelli che strappa il pallone all’avversario e poi un fallo in touch danno a Newton il pallone dello 0-3. Ottimo inizio per i biancoargentorossi, sembrati molto aggressivi. 3’ Petrarca reagisce furiosamente. Zini bucala linea medicea prima di venir riagguantato. Un pasticcio sciupa l’offensiva. 5’ Meta di Coppo per il Petrarca. Da un touch rubato, malgrado la salita difensiva dei fiorentini, i tuttoneri prima attaccano per linee dirette, poi allargano il gioco per un tre contro uno sul lato sinistro. Menniti Ippolito aggiunge gli extra, 7-3. 9’ Buon attacco dei biancoargentorossi. Un in avanti dei padovani fornisce una piattaforma sui 22. Rodwell penetra bene nella difesa, poi un fallo dei padovani manda I Medicei in touch sui 5 m. Tante fasi ma alla fine un in avanti rovina tutto. Si gioca nella zona centrale del campo, con diversi cambi di possesso ma anche con tanti errori sia alla mano che al piede da parte di entrambe le squadre. 16’ Ancora un fallo in touch dei petrarchini, seguito da un richiamo. Newton va alla piazzola da poco fuori i 22, è 7-6. 21’ Penaltouch per Petrarca sui 22. Il maul avanza bene, viene fermato irregolarmente e De Marchi riceve il giallo. Il Petrarca sfrutta subito il sovrannumero e, in prima fase, manda Gerosa a schiacciare. Centra i pali Menniti Ippolito per il 14-6. Il touch biancoargentorosso funziona a singhiozzo, per fortuna Padova gestisce male il possesso e concede una mischia. Entra temporaneamente Schiavon. Giocata in sicurezza la mischia, Cerioni attacca a testa bassa e impatta sull’apertura petrarchina, che resta a terra e viene portato fuori in barella tra gli applausi di tutto il pubblico. Entra Zini. 32’ Brivido per I Medicei. Un calcio stoppato in attacco costringe i biancoargentorossi a retrocedere. Un nuovo calcio stoppato produce un in avanti dei tutti neri. Bene la mischia che amministra. Ottimo calcio di Newton che trova il touch poco fuori dei 5 m dei padroni di casa. Petrarca si salva, mentre finisce l’inferiorità numerica. Buono l’inserimento di Schiavon, che ha permesso di gestire in sicurezza la mischia ordinata. Ancora non bene il touch, con Newton che con un tocco al volo ridà velocità al pallone. Rodwell fa metri e costringe all’in avanti i padovani. Dalla mischia, prodezza balistica di Newton che con un calcio passaggio millimetrico mette il pallone in mano ad un solitario Boccardo che va a schiacciare. Al 37’ Newton trasforma per il 14 a 13. 40’ penaltouch per Padova sui 5 m medicei, fallo su maul. È proprio questa la fase di gioco migliore per il Petrarca oggi. Scarsini schiaccia e Menniti Ippolito stavolta fallisce la trasformazione. Il tempo si chiude sul 19 a 13.

Buon inizio dei fiorentini che difendono in maniera molto aggressiva e rubano campo ai padovani. In campo Brancoli al posto di Grobler.
44’ Penaltouch per i fiorentini che però perdono il pallone. 47’ Una partenza veloce dai 22 mette in difficoltà la difesa medicea che concede un calcio ma recupera il possesso costringendo all’errore i padovani, prima di concedere un nuovo calcio per crollo in mischia. 50’ attacchi furibondi dei padovani da penaltouch. La difesa sembra riuscire a controllare ma poi commette ancora un fallo e questa volta l’arbitro Boraso mostra il cartellino giallo a Minto. Cambi in prima linea per I Medicei, mentre Cerioni va a numero 8. Buon lavoro della difesa che costringe i petrarchini all’in avanti. Entra Rorato per Esteki. 59’ Giocata in velocità del Petrarca che, partendo dal proprio campo, da un pallone recuperato da Coppo sviluppa il gioco sul lato destro fino alla meta dell’australiano Leaupepe. La trasformazione porta il punteggio sul 26 a 13. I due cartellini gialli sono costati cari ai fiorentini. Entra Mattoccia per Cerioni. Cambi anche per Padova. Escono Minto e Giovanchelli, sostituiti da Cacciagrano e Broglia. 68’ Fallo in mischia di Padova e penaltouch dentro i 22. La difesa riesce a far perdere l’ovale e si riparte con una mischia che ancora vede vincenti I Medicei, Conciliabolo e penaltouch sui 5 m. Il maul viene prima respinto e poi riparte, si lotta a cavallo della linea dei 5 m, poi il possesso viene perso. 75’ I Medicei manovrano ma non riescono a superare la difesa. 78’ Dopo lunghi minuti Petrarca vince una mischia e torna in attacco ma stavolta è la difesa aggressiva dei fiorentini a costringere i padroni di casa all’errore. 80’ buona partenza dalla base di Cacciagrano, fermato a 2 m dalla meta. Il gioco su apre per tutto il campo ma un in avanti alla bandierina opposta interrompe l’offensiva. Il pacchetto, rinvigorito dai cambi, ottiene l’ennesimo calcio, per l’ultima chance di ottenere almeno un punto di bonus. Generosissimo lavoro di tutta la squadra ed alla fine un ispirato Cacciagrano va a segno. Difficile la trasformazione ma non per Newton che piazza e porta ai suoi il punto di bonus. Finisce 26-20.

DICHIARAZIONI DI COACH PASQUALE PRESUTTI A FINE GARA.
Abbiamo giocato una buona partita, siamo stati sempre vicini come risultato e abbiamo fatto anche delle cose simpatiche. Diciamo che l’ultima meta è stata più che meritata perché per quello che abbiamo fatto un punto ce lo meritavamo tutto. Il problema è sempre lo stesso (la disciplina – ndr) e una meta con un po’ più di attenzione si poteva evitare di prenderla. Quando noi prendiamo qualche meta, considerando comunque la capacità e la bravura dell’avversario, c’è sempre qualcosa che non funziona da parte nostra. Comunque ci può stare. Partita giocata benino… e quando giochiamo così e si perde non c’è niente da dire”.

Padova, Argos Arena – Sabato 13 aprile
TOP12, XXI giornata
Argos Petrarca Rugby v Toscana Aeroporti I Medicei 26-20 (19-13)
Marcatori: p.t. 2’ cp. Newton (0-3), 6’ m. Coppo tr. Menniti-Ippolito (7-3), 17’ cp. Newton (7-6), 22’ m. Gerosa tr. Menniti-Ippolito (14-6), 36’ m. Boccardo tr. Newton (14-13), 40+1 m. Scarsini (19-13); s.t. 57’ m. Leaupepe tr. Menniti-Ippolito (26-13), 80’+4 m. Cacciagrano tr. Newton (26-20)
Argos Petrarca Rugby: Menniti-Ippolito; Capraro, Leaupepe, De Masi (59’ Favaro), Coppo; Zini (26’ Ragusi, 60’ Su’a, 71’ De Masi), Francescato; Trotta, Conforti (60’ Grigolon), Goldin; Gerosa (54’ Michieletto), Saccardo (cap); Scarsini (54’ Rizzo), Marchetto (44’ Cugini), Borean (54’Mancini Parri).
All. Marcato
Toscana Aeroporti I Medicei: Cornelli; Biffi, Rodwell, Cerioni (cap) (59’ Mattoccia), L. Lubian; Newton, Esteki (56’ Rorato); Greef, Boccardo (25’ Schiavon, 31’ Boccardo), Chianucci; Grobler (41’ Brancoli), Minto (64’ Cacciagrano); Montivero (51’ Schiavon), Giovanchelli (64’ Broglia), A. De Marchi (51’ Battisti).
All. Presutti, Basson
Arb. Federico Boraso (Rovigo)
AA1: Simone Boaretto (Rovigo)AA2: Giorgio Sgardiolo (Rovigo)
Quarto Uomo: Alessandro Strullato (Padova)
Cartellini: al 21’ giallo a De Marchi (Toscana Aeroporti I Medicei), al 51’ giallo a Minto (Toscana Aeroporti I Medicei)
Calciatori: Menniti-Ippolito (Argos Petrarca Rugby) 3/4, Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 4/4
Note: cielo parzialmente coperto, leggera brezza trasversale al campo. Temperatura circa 12 gradi. Terreno in perfette condizioni. Osservato un minuto di silenzio in memoria di Massimo Liberti e di Giorgio Graziati. Presenti circa 900 spettatori.
Punti conquistati in classifica: Argos Petrarca Rugby 5; Toscana Aeroporti I Medicei 1
Man of the Match: Andrea Trotta (Argos Petrarca Rugby)
TOP12 – XXI giornata – 13.04.19Mogliano Rugby 1969 v Valorugby Emilia 27-36 (1-5)
Argos Petrarca Padova v Toscana Aeroporti I Medicei 26-20 (5-1)
Kawasaki Robot Calvisano v Rugby Viadana 1970 36-16 (5-0)
Verona Rugby v FEMI-CZ Rovigo 28-36 (1-5)
S.S. Lazio Rugby 1927 v Fiamme Oro Rugby 34-31 (5-2)
Lafert San Donà v Valsugana Rugby Padova 36-14 (5-0)

Classifica: Kawasaki Robot Calvisano86 punti;FEMI-CZ Rovigo 83; Valorugby Emilia, Argos Petrarca Padova 78; Fiamme Oro Rugby 65; Toscana Aeroporti I Medicei 46; Lafert San Donà 45;Rugby Viadana 1970 40; Mogliano Rugby 1969 37; Verona Rugby 29; S.S. Lazio Rugby 1927 25*; Valsugana Rugby Padova 21. *4 punti di penalizzazione

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Alessio Boschi