I Medicei Under 18: buona la prima!

Il XV di Lo Valvo espugna il Chersoni al Memorial Renato Puggelli

Prato – In una giornata tipicamente autunnale, caratterizzata da momenti di pioggia e qualche raro sprazzo di sole, si è svolto a Prato, organizzato dal Cavalieri Union Prato Sesto, il Memorial “Renato Puggelli”. L’evento ha raggruppato in una giornata che potremmo veramente definire un “rugby-day” le 6 migliori squadre del panorama under 18 italiano: Toscana Aeroporti I Medicei, Cavalieri Union Prato Sesto, Argos Petrarca Padova (2 squadre), Capitolina Roma e Perugia.

Il torneo, suddiviso in due gironi di qualificazione e conseguente fase finale si è svolto nell’impianto dello stadio Chersoni di Iolo (Prato) alla presenza di molti sostenitori e ha visto prevalere su tutti la formazione gigliata portata in campo da Daniel Lo Valvo. I gigliati hanno avuto in sorte nella fase a gironi dapprima il Petrarca A e successivamente la compagine della Capitolina Roma. Le partite hanno avuto durata di circa 30 minuti ciascuna in tempo unico che, in qualche modo, rafforza la brillante prova dei ragazzi fiorentini.

Si inizia nel campo sussidiario contro il Petrarca A che appare subito ben disposto in campo e che sovrasta i nostri forse per qualche centimetro, ma non in termini di peso. La partita ha subito preso un buon ritmo con lunghi fronteggiamenti a centro campo dove le difese hanno avuto il loro bel da fare. Dopo circa 5 minuti però la partita prende un’altra piega dopo la bella meta in velocità di Pesci (tr Chiti) che beffa tutta la difesa patavina. In campo si continua a vedere un buon rugby, aperto, veloce che porta dopo pochi minuti alla seconda meta fiorentina (Pesci tr Chiti). Verso la fine della partita qualche avvicendamento nelle file fiorentine per far riposare gli atleti e per Di Puccio che, in uno scontro di gioco, rimedia una ferita allo zigomo destro. L’incontro si conclude con la vittoria dei ragazzi di Lo Valvo per 14 a 0.

Appena il tempo di tirare il fiato e bere un sorso d’acqua che si torna a giocare. Anche questa volta l’avversario è di tutto rispetto: Capitolina Roma con la quale il ricordo delle semifinali scudetto è ancora vivo. Complice la stanchezza e forse un gioco un po’ più duro, questo incontro stenta a decollare. Mischie ordinate e non, ruck al centro campo configurano un certo equilibrio in campo fino alla svolta. Cardoso prende palla a centro campo e vola in meta nell’angolo sinistro del campo con una galoppata meravigliosa. Cini purtroppo sbaglia una meta difficile da trasformare. In uno scontro di gioco i Medicei perdono Fialà che viene costretto alla panchina. Nulla di grave comunque. Ancora qualche avvicendamento nelle file fiorentine e si riparte con i capitolini mai domi che, qualche minuto dopo, puniscono la compagine gigliata con una meta esattamente speculare che non viene trasformata. Pareggio. Gli animi si scaldano e la partita perde di fluidità. A qualche minuto dal termine una scorrettezza degli avversari costa un calcio piazzato a favore di Firenze che viene trasformato. La partita finisce con punteggio di 8 a 5 per i Medicei che quindi si guadagnano l’accesso alla finale per primo e secondo posto contro il Petrarca Padova B.

Dopo il lungo riposo durante il quale si è disputata l’amichevole tra le compagini di serie A dell’URPS e Capitolina, iniziano le finali. Sul campo centrale del Chersoni scendono in campo i Medicei che schierano una squadra in parte diversa per l’inserimento delle riserve, consentendo quindi a tutti di giocare, mentre sul fronte opposto il Petrarca Padova schiera una squadra che ricorda quella che sconfisse i gigliati alla finale scudetto di Reggio Emilia. Sfida quindi doppia per i ragazzi di Lo Valvo

Parte subito bene il XV fiorentino che costringe a lavorare molto la difesa patavina che appare spiazzata dall’irruenza fiorentina. Il rugby in campo è bello da vedere, ampio, arioso con buone ripartenze laterali, passaggi precisi. In mischia ordinata buona la tenuta e sui raggruppamenti efficace il sostegno. Poche le palle perse. Per un infortunio lieve la compagine fiorentina perde Cardoso dopo pochi minuti. La partita si sblocca con la meta di Lo Gaglio (non trasf) che segna nell’angolo destro del campo. Il Petrarca non ci sta ed attacca, costringendosi quindi un po’ a scoprirsi. Pochi minuti ed i fiorentini vanno ancora in meta con Nannini (non trasf). Il punteggio sul 10-0 sembra acquisito, ma ecco che il Petrarca segna la meta (non trasf.) che riporta il risultato sul 10-5 riaprendo di fatto la partita. Il rischio però in questo caso non fa perdere la concentrazione ai gigliati che con ordine e buona disciplina tengono ancora il campo, atteggiamento poi premiato nei minuti finali dalla meta di Sorrentino (trasf. Pesci) che sancisce il risultato finale 17 Medicei 5 Petrarca Padova consegnando la coppa di vincitore nelle mani del XV gigliato e facendo risuonare al Chersoni il primo Alabim della stagione.

Buono quindi l’esordio dell’Under 18 che, sommando le tre partite, ha segnato ben 6 mete subendone solo 2, con la corale prestazione di tutta la rosa a disposizione facendo quindi ben sperare sul campionato che tra 15 giorni partirà.

Toscana Aeroporti I Medicei U18: Pesci, Nannini, Fialà, Di Puccio, Cardoso Laynes, Chiti R., Biagini, Frangini, Sestini, Sorrentino, Touires, Pracchia, Bonaccorsi, Soro, Starda. A disp.: Bianchini, Brogi, Hill, Cherici, Lo Gaglio F., Vitone, Tuci.
All. Lo Valvo

Marco Brogi