I Medicei vincono con la Capitolina ed è festa al Ruffino Stadium Mario Lodigiani

I gigliati ad un passo dalla poule promozione

Firenze, 13 dicembre 2015

casiniCAMPIONATO NAZIONALE SERIE A  GIRONE 4 – 8° GIORNATA

TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI R. C. – UR CAPITOLINA 26 – 10  (pt 19-0)

Toscana Aeroporti I Medicei R. C.: 15 Palmisano, 14 Morsellino, 13 Antonelli, 12 D’Andrea (32’ Biancaniello), 11 Citi (29’ st Reale), 10 Falleri, 9 Billot (38’ Taddei), 8 Bottacci, 7 Ippolito (29’ st Meyer), 6 Basha, 5 Civetta, 4 Cemicetti (18’ st Soldi), 3 Casini 5’ st Battisti), 17 Fanelli (c) (12’ st Di Donna), 1 Datola (18’ st Chiostrini).

All.: Presutti, Martin

UR Capitolina: 15 Cesari (7’ st Rebecchini), 14 Acquisti (20’ st Innocenti), 12 Gualdambrini (20’ st Masetti), 11 Del Monaco (32’ st Acquisti), 10 Iacolucci, 9 Piccinetti, 8 Dionisi (40’ Gentile), 7 Rampa (c), 6 Bitetti (v), 5 Manozzi (18’ st  Scoccini), 4 Mantegazza (18’ st Martire) , 3 Forgini, 2 Bitonte (20’ st Berardi), 1 Marsella (20’ st Budini)

All.: Orsini, Luise.

Arbitro: Sig Bertelli

Marcatori: 22’ m Casini (Toscana Aeroporti I Medicei), tr Falleri 7 – 0, 30’ m Palmisano (Toscana Aeroporti I Medicei), nt 12 – 0, 36’ m Morsellino (Toscana Aeroporti I Medicei), tr Falleri 19 – 0; 2’ st m Civetta (Toscana Aeroporti I Medicei), tr Falleri 26 – 0, 25’ st m Gentile (UR Capitolina), nt 26 – 5, 34’ st m maul Capitolina, nt 26-10,

Inaugurazione RSMLCalciatori: Iacolucci (UR capitolina) 0/3, Falleri (Toscana Aeroporti I Medicei) 3/6

Cartellini: 30’ st cg. Battisti (Toscana Aeroporti I Medicei), 32 st cg Meyer (Toscana Aeroporti I Merdicei).

Note: coperto, temperatura mite; campo in ottime condizioni, 750 spettatori.

Ruffino MoM: Palmisano (Toscana Aeroporti I Medicei)

Punti: Toscana Aeroporti I Medicei 5 – UR Capitolina 0

Gli altri incontri:

Gran Sasso Rugby – Primavera Roma 38 – 3, arb. Salierrno

Cus Perugia – Cus Roma 21 – 21, arb. Cerino

Classifica:

UR Capitolina 31

Toscana Aeroporti I Medicei 27

Gran Sasso 22

Primavera Rugby 21

Cus Perugia 11

Cus Roma 7

Prossimo turno domenica 20 dicembre 2015

Toscana Aeroporti I Medicei v Cus Perugia

UR Capitolina v Gran sasso Rugby

Primavera Rugby v Cus Roma

Giornata di festa biancoargentorossa quella che ha visto l’inaugurazione del rinnovato Ruffino Stadium Mario Lodigiani con la partecipazione dell’amministratore delegato di Ruffino Srl Sandro Sartor, dell’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci, del presidente del CRT FIR Riccardo Bonaccorsi e del presidente del Quartiere 2 di Firenze Michele Pierguidi, accolti dal presidente de I Medicei Giacomo Lucibello sul verde dello stadio fiorentino.

Una festa ancora più bella per la vittoria di Toscana Aeroporti I Medicei che con un perentorio 26 a 10 ha battuto la Capitolina Roma capolista del girone, e lo ha fatto facendo vedere belle cose ai tanti tifosi presenti. Ritmo alto, ottime individualità tecniche, una difesa magistrale e una continuità nelle folate offensive che da tanto si aspettava, hanno fatto divertire tutti.

I tanti aspetti positivi fanno sorvolare sulle sbavature a cui, si vede, si sta lavorando e che lasciano sempre più il posto al bel gioco. Dopo questa prestazione e visti i miglioramenti di tanti singoli, i 5 punti con i romani fanno davvero ben sperare per un posto al sole nella seconda fase di campionato per la squadra di Presutti e Martin.

La festa è proseguita con la consegna da parte di Tommaso Alessandri, direttore marketing Ruffino a Francesco Palmisano del premio Ruffino Man of the Match insieme alla Compagnia di Babbo Natale ONLUS capitanata da Roberto Naldi, presidente di Corporacion America Italia (www.compagniadibabbonatale.com). La giornata si è conclusa come da tradizione con un partecipassimo terzo tempo per vinti e vincitori al quale non sono mancate le altre formazioni senior e under 18 biancorosse tutte vittoriose in questo fine settimana da incorniciare.

La cronaca di Gianni Savia

Palmisano RMOMNella Super Domenica che vede in campo tutte le squadre de I Medicei e Firenze 1931, la prima squadra sfida la capolista Capitolina nella sua rincorsa alla qualificazione al girone promozione. All’andata la Capitolina aveva fatto suo il match con scarto minimo. I ragazzi di Presutti e Martin hanno lavorato con impegno per ricambiare il favore.

Si inizia a spron battuto. Neutralizzata la prima carica capitolina, Firenze si riversa in campo romano ma l’azione non si concretizza. Firenze esplora al piede il campo romano ma due occasioni sfumano per imprecisioni, alle quali la squadra supplisce con una grande aggressività che la mantiene in attacco. Falli in mischia portano la Capitolina al primo tentativo al 14’, Iacolucci sbaglia da oltre 40 metri. Al 18’ sono i romani pescati con le mani in ruck, sempre da oltre 40 metri è Falleri a non riuscire. Falli da ambo le parti, il match è sentito. Su un errore romano, Ippolito porta il pallone nei 22 e la sua pressione, insieme con D’Andrea frutta un un calcio facile che però sfila. Ma i tempi sono maturi, dalla ripartenza una serie di percussioni medicee fiacca la difesa romana, finché Casini si incunea e schiaccia. Al 22’ Falleri trasforma, 7 a 0. La reazione capitolina è furibonda ma ancora la difesa aggressiva, e questa volta attenta de I Medicei, risolve la situazione. Firenze si riporta in attacco con grande grinta. Datola penetra in profondità, scarica su Palmisano che si libera dalla difesa e schiaccia. Falleri non trasforma, 12 a 0. Al 32 si infortuna D’Andrea, preziosissimo fin dai primi minuti. Su un touch in attacco, Roma è fallosa. Dal recupero, il pallone viaggia fino a Morsellino, che danza e schiaccia per la terza meta. Al 36’ Falleri, questa volta da posizione defilatissima, è bravo a trasformare, 10 a 0. Si infortuna anche Billot, sostituito da Taddei. Da fortunato penaltouch, che rimbalza sulla bandierina, la Capitolina costruisce un maul che però si scolla nell’avanzamento. I Medicei liberano ed il tempo si chiude sul 19 a 0.

il secondo tempo vede la partenza bruciante dei padroni di casa: abilissimi i tre quarti che riciclano in velocità ed in costante avanzamento: dal punto d’incontro parte Civetta che segna e fa conquistare il punto di bonus ai suoi. Difficilissima la trasformazione, che Falleri non sbaglia, 26 a 0. La Capitolina non riesce ad organizzarsi, Firenze amministra pur sul piede avanzante. Inizia l’indisciplina dei padroni di casa, che nel giro di due minuti vengono ridotti in 13. La Capitolina realizza due mete ma la sua reazione si limita a quello e Toscana Aeroporti I Medicei lancia al cielo le maglie, 26 a 10 e cinque punti che fanno mettere alla franchigia toscana un piede nella Poule Promozione.

Intervista a fine gara al coach Presutti di Stefano Bartoloni e Marco Tarducci: 

– Bella partita, però troppi calci calci contro, troppa fretta quando un po’ più di calma, quando siamo in vantaggio, permetterebbe di effettuare una buona ripartenza.

E’ sicuramente un grosso problema che abbiamo, ci stiamo lavorando: E’ una cosa che dobbiamo migliorare, non lo dico solo quando le partite non vanno come è andata oggi. La disciplina è fondamentale, abbiamo fatto un ottimo primo tempo, però ci vuole un attimo per rimettere tutto in discussione. Due gialli in una partita che stiamo vincendo 26 a 0 non ce li possiamo proprio permettere.

– Un approccio alla partita convincente, contro la prima in classifica, una squadra determinata come non mai, oggi.

Ci sono delle partite, come questa, dove durante la settimana il compito del responsabile è quello di tenere la squadra tranquilla e di farla credere nelle proprie possibilità. Poi, è anche l’interesse per la partita che porta il giocatore ad una concentrazione ed un’attenzione diversa. Per un bel pezzo l’abbiamo avuta, poi sembrava che l’avessimo smarrita, però va bene così.

Una squadra, I Medicei, che quest’oggi ha tenuto il campo senza timori reverenziali per la prima ora. Negli ultimi dieci minuti ha spofferto qualcosa ma il risultato non è mai stato in discussione.

Sì, ma negli ultimi dieci minuti eravamo due in meno, con due giocatori in meno non abbiamo concesso più di tanto. Siamo un ottimo gruppo, si può fare un ottimo lavoro. A Firenze ci sono i numeri e le possibilità per far bene, dobbiamo liberarci un po’ la mente da vecchi difetti. Questo è uno sport serio. Ci si diverte al martedì ed al mercoledì. Il sabato e la domenica si va in campo per vincere e dare il massimo delle proprie possibilità. Oggi devo fare i complimenti a tutti i ragazzi.

– L’infortunio di Billot sembra aver un po’ squilibrato il centro campo e la squadra ha un po’ traballato per ritrovare l’equilibrio.

Un equilibrio era difficile da ritrovare perché Alessandro Billot è uno dei migliori mediani di mischia, un giocatore come Civetta, Datola e qualche altro, sicuramente di categoria superiore. Per cui quando si fa male e dobbiamo sostituirlo, con Taddei che pur non nel suo ruolo naturale è stato bravissimo, è chiaro che qualcosa perdiamo. Non tanto a livello di qualità, quanto a livello di comunicazione, a livello di comandare il pacchetto e di fiducia dei compagni. Però devo dire che il suo compito Taddei l’ha svolto nella maniera migliore.

– Unica nota negativa gli infortuni a Billot e D’Andrea. Si sa qualcosa dall’infermeria?

Non sappiamo ancora niente perché li hanno portati al pronto soccorso. Mi dispiace per tutti e due. D’Andrea stava facendo un’ottima partita. L’avevamo messo nei primi quindici per le sue qualità fisiche e tecniche e fino al momento in cui si è fatto male ci stava dando ragione, ha fatto una grossissima partita. Son cose che possono capitare, gli infortuni ci stanno. Lavoreremo e faremo qualcosa, se non li possiamo recuperare per domenica prossima, lavoreremo anche per loro. Sarà uno stimolo in più.

– Facendo un calcolo matematico ed incrociando le dita, se il Gran Sasso fa un passo falso, laggiù intravediamo il lumicino dei play off.

Io faccio sempre l’esempio del grande Boskov: partita è finita quando arbitro fischia. Aspettiamo.

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – foto: 1, 2, Dona Bernini e 3 Bess Melendez