Il FEMI-CZ Rovigo passa al Ruffino Stadium

I Medicei dopo un primo tempo in recupero non reggono allo strappo dei Bersaglieri di inizio secondo

Un break di Cornelli – Ph. Donatella Bernini

Firenze – Nella sedicesima giornata di TOP12 la Toscana Aeroporti I Mediceiha tenuto un tempo con il FEMI-CZ Rovigoche è passato al Ruffino Stadium imponendosi con un finale di 23 a 42. I gigliati diPresuttieBassonsi sono ben contrapposti nelle fasi statiche e sulle fonti di gioco ma hanno sofferto le accelerazioni dei Bersaglieri rodigini. Il XV diCasellatoaffidandosi alla dinamicità delle sue linee arretrate – in evidenza il centroAntlpoi premiato come Ruffino man of the match – ha trovato con i variOdieteeCioffisfogo alle sue veloci incursioni alimentate da un buon lavoro sui punti d’incontro e nelle fasi di recupero.
Per i gigliati tutto bene fino alla chiusura della prima frazione di gioco quando inizialmente conNewtondalla piazzola e poi con una bella azione che ha visto protagonisti il terza linea Greefe l’estremoCornelli– due tra i migliori in campo – si è riusciti a recuperare l’uno-due iniziale degli ospiti chiudendo su un promettente 13 a 14.
L’equilibrio si è spezzato a seguire, complice anche un giallo aMcCann che ha influito sull’organizzazione difensiva al largo dei gigliati. Si è aperto così un altro pesante gap tra le due squadre che non ha trovato una pari reazione fiorentina che si è limitata ad un’altra bella meta realizzata proprio dall’ala scozzese nei minuti finali.

CRONACA
I primi confronti tra i pacchetti vedono un equilibrio sostanziale. Al 3’ break di Antl che si spenge sui 22 fiorentini per un in avanti, per il disappunto della tambureggiante posse rossoblu.
Al 6’, da mischia, I Medicei giocano un loop che crea lo spazio per Esteki, impreciso al piede. Storto il lancio rodigino, bene il pack mediceo, fallo e Newton alla piazzola per il 3 a 0. I Medicei mantengono la pressione ma Antl, con un calcetto, trova il touch nei 22 fiorentini. Il maul rodigino riesce a raggruppare la difesa, il pallone arriva a Mantelli sul lato opposto. Odiete sopraggiunge in velocità e va a schiacciare. Mantelli aggiunge gli extra per il 3 a 7.
La segnatura scuote i Medicei che sul rinvio pasticciano. Canali si impossessa del pallone e trova un break profondo. Lo scarico su Odiete permette all’estremo rodigino di volare indisturbato per la seconda segnatura personale. Con il piede di Mantelli, al 14’ si va sul 3-14.
La reazione medicea è fermata da un pizzico di sfortuna. Da touch un grubber di Newton lancia Cornelli e McCann e solo un rimbalzo malandrino nega la meta ai fiorentini. Sugli sviluppi, gran grillotalpa di Cerioni che manda Newton alla piazzola per un comodo 6-14.
È il 20’ e, complice l’indisciplina dei veneti, I Medicei si riversano all’attacco. Resta a terra Cosi, rilevato da Chianucci. Rovigo persiste a lanciare storto e si complica la vita andando a disturbare in aria Minto. Bene il touch mediceo che consente ai Medicei di attaccare fino ai 5 m rossoblu, che si salvano recuperando l’ovale ma commettono in avanti sul contrattacco. Stabile la mischia che fornisce a Cornelli un pallone prezioso. L’estremo fiorentino taglia in due la difesa, resiste al tentativo di ghigliottina e scarica su Greeff che schiaccia. Ottimo anche il piede di Newton, 13-14.
Firenze gestisce il gioco ma qualche pasticcio, dovuto alla voglia di fare, ferma l’iniziativa. Rientra Cosi mentre si arriva al 34’. Rovigo mantiene l’esiguo vantaggio ma sono I Medicei a controllare. Sono tanti i falli commessi da Rovigo e, con Newton in stato di grazia, si torna a giocare nei 22 rossoblu. Ultimi secondi del primo tempo, touch nei 5 m di Rovigo che riesce a mantenere il possesso e calcia fuori per la fine del primo tempo.
Il secondo tempo vede la sostituzione delle prime linee, oggi messe a dura prova. Attacca Rovigo in una fase un po’ confusa dalla quale, su richiamo del guardalinee, Mccann riceve un giallo. Rovigo galvanizzata dalla superiorità e trova un varco con Antl per il 13 a 21.
I rodigini cercano di sfruttare la fase di superiorità e continuano ad attaccare. Lavora bene la difesa medicea e recupera.
I Medicei sono ispirati e, malgrado l’inferiorità, fanno fasi in attacco fino al fallo di Rovigo, appena fuori dai propri 22. Newton non si fa pregare e riporta sotto break i biancoargentorossi.
I veneti cercano di capitalizzare gli ultimi secondi di superiorità appoggiandosi al touch. Il maul è ben organizzato e fa strada e D’Amico si lancia per la quarta meta dei suoi.
Rovigo gioca ora in scioltezza, passano solo due minuti ed un’azione alla mano pesca Cioffi che è bravo ad involarsi per la quinta meta. Uscito Mantelli, è Chillon a piazzare gli extra per il 16 a 35.
I Medicei, sin qui in partita, hanno pagato cara l’inferiorità. Firenze dà fondo ai cambi, alla ricerca di forze fresche. La partita è rotta e si gioca sui nervi.
Rovigo mantiene più freddezza, del resto è in vantaggio, e riesce anche ad allungare con la seconda segnatura personale di Cioffi. Anche Chillon non sbaglia e si va sul 16-42.
I Medicei riescono però a chiudere con orgoglio. Risalito il campo a suon di pick and go, un fallo di Rovigo permette a Newton di trovare il touch in profondità. Bella combInazione tra i tre quarti biancoargentorossi che sfruttano la velocità di Cornelli. Ottima sponda interna per McCann che di potenza schiaccia per il 23-42.
Resta il tempo per un ultimo assalto mediceo che però viene assorbito dalla difesa rossoblu ed il match si chiude con il successo di Rovigo per 23 a 42.

INTERVISTA A COACH PRESUTTI A FINE GARA di Stefano Bartoloni
Pasquale Presutti, oggi non ci sono rimpianti, questo Rovigo è stato un po’ più forte de I Medicei.
Beh, non diciamo un po’. Il Rovigo è sicuramente una delle miglior squadre oggi l’ha dimostrato. Noi abbiamo tenuto testa per tutto il primo tempo e parte del secondo. È una squadra che ha qualità superiori.
Noi abbiamo cercato di fare del nostro meglio e penso che l’abbiamo anche fatto. Complimenti al Rovigo complimenti anche ai nostri giocatori. È stata una bella partita, forse un po’ altino il punteggio ma rispecchia l’andamento della partita.
Dopo le prime due mete di Odiete una bella reazione con un primo tempo chiuso sotto solo di un punto e poi forse quel cartellino giallo a McCann ci ha fatto un po’ perdere la partita con due mete in quella situazione…
Diciamo che all’inizio del secondo tempo con un Rovigo già forte da solo che non ha bisogno di altro, poteva bastare tranquillamente. Il giallo anche a me è sembrato esagerato, non è la prima volta che ci capita… poi quando si prendono 40 punti bisogna dire bravo all’avversario e non c’è altro da fare.

Firenze, Ruffino Stadium “Mario Lodigiani” – sabato 2 marzo
TOP12, XVI giornata
Toscana Aeroporti I Medicei v Femi-Cz Rugby Rovigo Delta 23 – 42 (13-14)
Marcatori: p.t.7’ cp Newton (3-0); 11’ m Odiete tr Mantelli (3-7);13’ m Odiete tr Mantelli (3-14); 19’ cp Newton (6-14); 29’ m Greeff tr Newton (13-14); s.t. 47’ m Antl tr Mantelli (13-21); 57’ cp Newton (16-21); 61’ m D’Amico tr Mantelli (16-28); 63’ m Cioffi tr Chillon (16-35); 77’ m Cioffi tr Chillon (16-42); 80’ m McCann tr Newton (23-42)
Toscana Aeroporti I Medicei: Cornelli; McCann, Lupini, Cerioni (cap.) (74’ Mattoccia), Lubian (45’ Biffi); Newton, Esteki (48’ Rorato); Greeff, Boccardo, Cosi (66’ Chianucci); Minto, Grobler; Montivero (48’ Romano), Giovanchelli (48’ Broglia), Schiavon (45’ De Marchi)
All. 
Presutti, Basson, Minto
Femi-Cz Rugby Rovigo Delta: Odiete (77’ Visentin); Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi; Mantelli (63’ Piva), Chillon (cap.); Halvorsen (69’ Mantovani), Lubian, Vian; Canali, Nibert (63’ Parolo); Pavesi (41’ D’Amico) Cadorini (41’ Momberg), Vecchini (41’ Brugnara). 
All. 
Casellato, Properzi
Arb
. Bolzonella (Cuneo)x
AA1Pennè (Milano), 
AA2Russo (Milano)
Quarto Uomo: Giovanelli (La Spezia)
Cartellini: 47’ giallo a McCann (Toscana Aeroporti I Medicei)
Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 5/5; Mantelli (Femi-Cz Rugby Rovigo Delta) 4/4; Chillon(Femi-Cz Rugby Rovigo Delta) 2/2; 
Note: giornata di sole, circa 18°. Campo in buone condizioni. Spettatori circa 1350.
Ruffino Man of the Match: Diego Antl (Femi-Cz Rugby Rovigo Delta)

TOP12 – XVI giornata – 02.03.19 
Fiamme Oro Rugby v Valsugana Rugby Padova 43-31 (5-1)
Toscana Aeroporti I Medicei v Femi-CZ Rovigo 23-42 (0-5)
Argos Petrarca Rugby v Lafert San Donà 26-7 (5-0)

Posticipo 03.03.19
Kawasaki Robot Calvisano v S.S. Lazio Rugby 1927
Mogliano Rugby 1969 v Verona Rugby
Valorugby Emilia v Rugby Viadana 1970

Classifica: Femi-CZ Rovigo punti 63;Argos Petrarca Padova 59; Kawasaki Robot Calvisano** 58; Valorugby Emilia** 53; Fiamme Oro Rugby 47; Toscana Aeroporti I Medicei 39; Rugby Viadana** e Lafert San Donà 29; Mogliano Rugby** 1969 27; Verona Rugby** 22; Valsugana Rugby Padova 19; Lazio Rugby 1927*,** 12
*quattro punti di penalizzazione
**una in meno 

Prossimo turno – XVII giornata – 10.03.19 – ore 15.00
Lazio Rugby v Argos Petrarca Rugby
Lafert San Donà v Mogliano Rugby 1969
Verona Rugby v Valorugby Emilia
Rugby Viadana 1970 v Toscana Aeroporti I Medicei
Femi-CZ Rovigo v Fiamme Oro Rugby
Valsugana Rugby Padova v Kawasaki Robot Calvisano

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Donatella Bernini