La Lazio passa a Firenze: 28 a 35 il finale

Partita di equilibrio, I Medicei si fanno recuperare e cedono allo strappo finale degli ospiti

Cosi al placcaggio – Ph. Bess Melendez

Firenze –Si è chiuso con una sconfitta per la Toscana Aeroporti I Mediceiil confronto spalla a spalla con la S.S. Lazio Rugby 1927 nella ventesima giornata di TOP12. Il 28 a 35 finale è arrivato dopo un alternarsi nel vantaggio in una partita complessivamente equilibrata nella quale le due squadre hanno scelto di dare il meglio un tempo per ciascuna: il primo per i gigliati, il secondo per i laziali. Carica di forti motivazioni per la lotta salvezza la squadra di Montella ha sfoderato sicuramente un’ottima prestazione alla quale non rende merito l’ultima posizione occupata in classifica. Sull’altro fronte la compagine fiorentina ha costruito gioco guadagnandosi possesso palla e territoriale ma l’efficacia di tanto lavoro si è vista a sprazzi, inficiata dai troppi errori e dalla resistenza avversaria. Ne ha fatto le spese la tenuta atletica e mentale che l’ha portata in calando alla fine del match.
A livello individuale, esaltante il confronto di alta scuola sul piano tattico e tecnico tra i due numeri 10,Newton e Ceballos. Tra i due ha avuto la meglio il secondo con il Ruffino man of the match in funzione della vittoria raggiunta. In maglia biancoargentorossa bene tra gli altri anche Cornelli, Boccardo, Greeff e Rodwell che hanno propiziato le belle mete di Zileri, Giovanchelli e Lubian. Quest’ultima, fiammata d’orgoglio in un secondo tempo più blando per i gigliati, ha suonato la carica in un ultimo tentativo di prendere in mano il match da parte de I Medicei che si è stoppato sulla meta finale di Caballos per gli ospiti.

CRONACA
2’ prima mischia: I Medicei arano i laziali che riescono a liberare ma commettono subito fallo. Newton non si fa pregare e dai 22 porta I Medicei in vantaggio, 3-0.
5’ Un rarissimo lancio storto di Giovanchelli dà alla Lazio una piattaforma di attacco che sembra perdersi. Il calcio di liberazione stoppato fornisce a Ceballos un pallone veloce, aperto alla bandierina opposta fino a Malan, che schiaccia. Bonifazi aggiunge la trasformazione per il 3 a 7.
10’ Percussione di Greeff innescata da un recupero aereo di Newton ma sviluppata senza la giusta attenzione che addirittura permette agli ospiti un intercetto per fortuna senza conseguenze.
15’ I Medicei vicini alla meta. Cornelli taglia la difesa, viene riacciuffato ad un metro dalla linea, si organizza un maul che entra in meta e schiaccia ma il guardalinee segnala un in avanti.
20’ Il piede di un ispirato Cornelli trova il touch sui 5 m laziali. Sbagliato il lancio, Greeff recupera. Il gioco si sviluppa al largo ma viene portato fuori. Il touch mediceo lavora bene e ruba. Newton calcia su Boccardo che fa sponda e si ripropone in sostegno, scarica su Giovanchelli che accelera e deposita ai pali. Newton trasforma, 10-7. È forse la meta più bella dell’anno de I Medicei.
27’ Continua la pressione dei fiorentini. Greeff penetra nella difesa avversaria e scarica sull’accorrente Zileri che va a schiacciare. Da posizione defilata, non riesce la trasformazione, 15-7.
31’ La Lazio tenta di spezzare l’assedio mediceo e va a giocare nei 22 avversari. Un calcetto di Bonifazi tenta di sorprendere la difesa ma Cornelli vigila e libera in touch. Il maul laziale fa strada, viene fermato ma il possesso resta ai laziali. Il gioco si sviluppa nel senso e Ceballos è bravo a trovare un varco per segnare. Con la trasformazione di Bonifazi è 15 a 14.
38’ La reazione medicea frutta un calcio che però, da 45 m, non trova i pali.
40’ Un in avanti viene giocato in maniera fortuita da I Medicei. Giusto il fischio che dà a Bonifazi il pallone del possibile sorpasso. La palla si spenge sulla traversa, viene recuperata da Rorato, poi dai laziali, persa di nuovo e calciata fuori per la fine della prima frazione.

Si riparte senza cambi. La Lazio trova subito un touch profondo, che destabilizza la difesa che commette una serie di errori che danno agli ospiti una mischia sui 5 m. Buon lavoro del pacchetto che recupera e permette di allontanare. Sugli sviluppi un fallo mediceo dà a Bonifazi il piazzato del sorpasso al 46’ (15-17). Entra Esteki per Rorato. Laziali più volitivi, al 50’ sfruttano un fuorigioco per i pali (15-20).
55’ Altra bella meta dei padroni di casa che fanno tutto bene, aprendo in avanzamento rapido il gioco su Lubian. Newton riporta avanti con la trasformazione i fiorentini 22-20.
56’ Neanche il tempo di gioire. Un errore in chiusura permette a Ceballos di segnare per il controsorpasso. La trasformazione si stampa sul palo, 22-25. 64’ Fallo dei laziali dentro i propri 22, Newton pareggia.
65’. Il match si infiamma. McCann va ad attaccare la linea avversaria, apre su Greeff, poi a Minto che lancia Schiavon che vola in meta ma tocca la linea laterale. Nell’azione McCann resta a terra e viene sostituito da Mattoccia. Un fallo in attacco de I Medicei risolve i problemi ai laziali.
75’ I Medicei cercano di trovare varchi nella linea difensiva laziale ma commettono qualche errore di troppo. Un fallo della difesa laziale permette a Newton di piazzare per il 28 a 25.
79’ Siamo alle battute finali. Da una situazione di gioco rotto il neoentrato Buonavolontà trova una bella linea di corsa. La difesa medicea riesce a salvare ma non prima che il pallone sia stato riciclato su Ceballos, che va a segnare la sua terza meta personale. Bonifazi aggiunge la trasformazione per il 28 a 32.
Resta una manciata di secondi che vengono sfruttati al meglio dagli ospiti che piazzano proprio sul fischio finale, ancora con Bonifazi, il 28 a 35.

INTERVISTA ALL’ASSISTANT COACH STEFAN BASSON A FINE GARA. Di Stefano Bartoloni
Stefan Basson solo la volontà della Lazio ha fatto cambiare di equilibri in questa partita o c’è qualcosa di più?
Sicuramente loro hanno giocato molto bene oggi. Ho visto tutte le partite di quest’anno della Lazio e questa è stata una delle loro migliori partite. Hanno giocato con tanta voglia e hanno fatto anche delle belle mete. Per noi questa è già la seconda volta che giochiamo male. Con San Donà abbiamo giocato male e anche oggi nel secondo tempo è andata male. Poca disciplina, abbiamo sbagliato i placcaggi nell’uno contro uno e quindi bravi alla Lazio.
La Lazio è una squadra che non demorde mai anche negli scorsi campionati ha messo in difficoltà squadre più titolate e poi quando ha un Ceballos in giornata come oggi è veramente incontenibile
Loro sono una squadra che gioca un po’ come il rugby a sette, senza giocate, senza schemi. Ognuno prova a battere l’avversario nell’uno contro uno. È molto difficile giocarci contro e fanno un rugby bello anche da vedere. Ognuno va e fa gioco
E quindi ora per I Medicei le ultime due settimane da onorare. C’è da stringere i denti per provare a dare ancora una soddisfazione dopo un campionato complessivamente positivo…
Sì, adesso le prossime due partite saranno molto importanti per noi. Ci sarà da lavorare di più sulla testa. Abbiamo lavorato su più fronti ma dobbiamo lavorare più sulla testa. Abbiamo già battuto il Petrarca ora vediamo il prossimo sabato, poi avremo il Mogliano in casa. Le prossime due settimane saranno molto importanti per il gruppo per noi dello staff, per tutti. Speriamo di portare a casa il risultato.

Firenze, Ruffino Stadium “Mario Lodigiani” – sabato 6 aprileTOP12, XX giornata
Toscana Aeroporti I Medicei v S.S. Lazio 1927 28-35 (15-14)
Marcatori: p.t.3’ cp Newton (3-0);7’ m Malan tr Bonifazi (3-7); 22’ m Giovanchelli tr Newton (10-7); 27’ m Zileri (15-7); 34’ m Ceballos tr Bonifazi (15-14); s.t. 45’ cp Bonifazi (15-17); 52’ cp Bonifazi (15-20); 55’ m Lubian tr Newton (22-20); 56’ m Ceballos (22-25); 64’ cp Newton (25-25); 75’ cp Newton (28-25); 79’ m Ceballos tr Bonifazi (28-32); 85’ cp Bonifazi (28-35).
Toscana Aeroporti I Medicei: Cornelli; McCann (67’ Mattoccia), Rodwell, Cerioni (79’ Bottacci), Lubian (59’ Biffi); Newton (79’ Broglia), Rorato (46’ Esteki); Greeff, Boccardo, Cosi; Maran (cap.), Grobler (59’ Minto); Montivero (55’ Romano), Giovanchelli, Zileri (55’ Schiavon).
All.
Sorrentino, Basson
S.S. Lazio Rugby 1927:Bonifazi; Guardiano, Coronel, Lo Sasso (60’ Vella), Di Giulio (60’ Bonavolontà F.); Ceballos, Bonavolontà D.; Bruno; Filippucci (cap.), Giancarlini (65’ Pagotto); Malan, Duca; Chalonec (76’ Bolzoni), Baruffaldi (76’ Corcos), Amendola (48’ Cafaro)
All Montella
Arb. Luca Trentin (Lecco)
AA1Emanuele Tomò (Roma),AA2Filippo Bertelli (Brescia)
Quarto Uomo: Marco Borraccetti (Forlì)
Cartellini: nessuno
Calciatori:Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 5/7; Bonifazi (S.S. Lazio 1927) 6/8;
Note:pomeriggio primaverile, circa 19°. Campo in buone condizioni. Spettatori circa 700.
Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 1; S.S. Lazio 1927 5;
Ruffino Man of the Match: Ceballos (S.S. Lazio Rugby 1927)

TOP12 – XX giornata – 06.04.19Fiamme Oro Rugby v Lafert San Donà 50-19 (5-1)
FEMI-CZ Rovigo v Rugby Viadana 1970 40-7 (5-0)
Valsugana Rugby Padova v Verona Rugby 23-26 (1-4)
Toscana Aeroporti I Medicei v S.S. Lazio Rugby 1927 28-35 (1-5)
Kawasaki Robot Calvisano v Mogliano Rugby 1969 34-10 (5-0)
Valorugby Emilia v Argos Petrarca Rugby domani ore 16

Classifica: Kawasaki Robot Calvisano 81 punti;FEMI-CZ Rovigo 78; Valorugby Emilia 72*; Argos Petrarca Rugby 69*; Fiamme Oro Rugby 63; Toscana Aeroporti I Medicei 45; RugbyViadana 1970, Lafert San Donà 40; Mogliano Rugby 1969 36; Verona Rugby 28; Valsugana Rugby Padova 21; S.S. Lazio Rugby 1927 20**. *una gara in meno **quattro punti di penalizzazione

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Bess Melendez