Netta sconfitta per I Medicei con il Valorugby

Partenza in difficoltà per i gigliati, giochi fatti alla fine del primo tempo

Firenze – Netta sconfitta rimediata dalla Toscana Aeroporti I Medicei nella trasferta di Reggio Emilia con il Valorugby. Con un solo piazzato all’attivo i gigliati di Presutti e Basson tornano a Firenze con un passivo di 38 punti e 5 mete subite di cui la prima a pochi secondi dal calcio d’inizio. Un colpo dal quale i fiorentini hanno dato la sensazione di non potersi riprendere e che ha preceduto una prova segnata da molti errori.

Dall’altra parte il Valorugby di Manghi ha giocato per lunghi tratti dominando, principalmente in mischia e per il resto si è limitato a controllare i tentativi degli ospiti biancoargentorossi con un’attenta difesa. La partita è stata comunque giocata nel primo tempo con ritmi alti e con intensità fisica. Da registrare purtroppo anche l’infortunio del tallonatore Giovanchelli per il quale si attendono gli esami clinici dei prossimi giorni per una precisa valutazione sull’entità.

CRONACA

Partenza in salita per I Medicei. Un errore sulla ricezione del calcio d’invio del Reggio spalanca una prateria per i padroni di casa. Dopo nemmeno un minuto, padroni di casa avanti 7-0.

I reggiani continuano in pressione: al 6’ Farolini trova i pali per il 10-0. 

I Medicei provano a loro volta a salire di ritmo e accorciano con Newton che, pochi minuti dopo, non trova i pali per un niente. Siamo al 23’ ed il punteggio è 10-3.

È una fase di buon gioco per I Medicei che però non ottengono punti.

Neutralizzata un’offensiva dei padroni di casa, i fiorentini ripartono con una giocata veloce dai propri 22. Greeff viene placcato subito dopo aver calciato e non può recuperare il pallone. Reggio si procura così una piattaforma pericolosa: la difesa fiorentina si salva momentaneamente ma deve poi concedere una meta di punizione per il 17-3. Si infortuna Giovanchelli che deve lasciare campo a Schiavon.

Riesce tutto facile a Reggio che, subito dopo, trova una funambolica terza meta che, a molti, sembra viziata da almeno un pestone sulla linea di touch. In ogni caso, al 30’ il punteggio è di 21-3. Anche Newton sembra toccato duramente e zoppica ma recupera e resta in campo.

I Medicei tentano di risalire il campo appoggiandosi al touch, buoni i lanci del neo entrato Schiavon; si va a giocare nei 22 reggiani.

Il gioco diventa via via più frammentato, gli errori fioccano da ambo le parti.

Siamo giunti al 37’, I Medicei tentano di avanzare con un maul ma perdono il possesso e si passa per una nuova mischia, una fase di gioco che ha spesso visto prevalere i padroni di casa. 

Sul lancio del gioco, Greeff si produce in un intercetto ma non la spunta in velocità su Ngaulafe. Il contrattacco sembra dare a Reggio la quarta meta ma l’arbitro ravvisa un in avanti ed il tempo si chiude sul 24-3.

Si riparte. Un rimpallo fortunoso permette a Reggio di andare a giocare in campo mediceo ma stavolta l’indisciplina permette ai fiorentini di risalire il campo.

I ragazzi di Presutti e Basson muovono molto il pallone, senza apprezzabili avanzamenti. 

Si riparte con un touch che i reggiani trasformano in un maul che fa strada fino alla meta. L’arbitro ravvisa un’irregolarità della difesa e concede la meta di punizione.

Al 46’ si va sul 31 a 3.

Serie di cambi per i Medicei. Escono De Marchi, Esteki, Maran, Boccardo e Alarcón.

Rorato recupera subito un pallone con un grillotalpa su Amenta. Esce anche Tuculet, tutte le sostituzioni sono state effettuate.

I grillotalpa fruttano un calcio sui 22 ai fiorentini, spostato avanti dalle proteste dei padroni di casa. Il touch funziona, il maul no e si deve tornare indietro. 

Siamo al 56’, il gioco si svolge prevalentemente nella zona centrale, non favorito nemmeno dalla pioviggine che continua ad inzuppare tutto.

71’: Reggio gioca un touch, respinto dai fiorentini che riconquistano il possesso. Non c’è però avanzamento e Reggio torna nei 22 fiorentini con un nuovo touch.

Il lancio non sembra dei più diritti, comunque i reggiani rompono il primo placcaggio ed hanno la strada spianata per segnare la quinta meta. 

Al 37’ è 38-3.

Le ultime battute sono per i Medicei che cercano di trovare la meta della bandiera ma, dopo diverse fasi, un in avanti spegne le velleità degli ospiti ed in match si chiude. 

DICHIARAZIONI

«Oggi molto male, non fanno paura i 38 punti, che ci possono anche stare, ma è il modo in cui siamo scesi in campo che è preoccupante. – sono le prime dichiarazioni di coach Presutti a fine partita – Abbiamo commesso errori infantili ed abbiamo concesso troppo. Una partita da dimenticare. Siamo andati subito in affanno 7, 14, 21, ed è finita la partita. Mentre ci si aspettava una reazione non si è vista… sì qualcosa, ma a tratti. Quello che personalmente più mi preoccupa è l’attitudine vista oggi. Scelte azzardate, aver concesso così tanto in poco tempo… Vabbè pazienza è andata così la archiviamo velocemente e si va avanti».

Reggio Emilia, Stadio “Mirabello” – Sabato 2 novembre 2019

PERONI TOP12,  III giornata

Valorugby Emilia v Toscana Aeroporti I Medicei  38-3  (24-3)

Marcatori:  p.t. 1’ m. Chistolini tr Farolini (7-0); 7’ cp Farolini (10-0); 15’ cp Newton (10-3); 24’ meta di punizione Valorugby Emilia (17-3); 26’ m. Ngaluafe tr Farolini (24-3); s.t. 47’ meta di punizione Valorugby Emilia (31-3); 78’ m. Rimpelli tr Farolini (38-3).

Valorugby Emilia: Farolini; Costella, Majstorovic (77’-79’ Fusco), Vaeno, Ngaluafe (46’ Paletta); Rodriguez (62’ Gennari), Fusco (62’ Panunzi); Amenta (58’ Rimpelli), Favaro (65’ Balsemin), Mordacci; Ruffolo, Dell’Acqua; Chistolini (71’ Romano), Luus (76’ Ferro), Randisi (71’ Quaranta).

All. Manghi

Toscana Aeroporti I Medicei: Tuculet (53’ Bientinesi); Menon (50’ Panetti M.), Panetti A., Rodwell, Mattoccia; Newton, Esteki (46’ Rorato); Greef, Boccardo (50’ Signore), Brancoli; Maran (cap.) (50’ Venco), Chiappini; Marín Alarcón (50’ Battisti), Giovanchelli (23’ Schiavon), De Marchi (50’ Zileri).

All. Presutti, Basson

Arb. Andrea Spadoni (Padova)

AA1 Clara Munarini (Parma), AA2 Riccardo Bonato (Padova)

Quarto Uomo: Alfonso Poggipolini (Bologna)

Calciatori: Farolini (Valorugby Emilia) 4/4; Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 1/2

Note: giornata piovosa, con circa 10°. Presenti circa 1.000 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Valorugby Emilia  5; Toscana Aeroporti I Medicei  0  

Peroni Player of the Match:  Majstorovic (Valorugby Emilia)

RISULTATI

HBS Colorno v FEMI-CZ Rovigo 20-23 (1-4)

Kawasaki Robot Calvisano v Lafert San Donà 27-10 (5-0)

Fiamme Oro Rugby v S.S. Lazio Rugby 1927 34-22 (5-1)

Argos Petrarca v Sitav Rugby Lyons 31-8 (5-0)

Valorugby Emilia v Toscana Aeroporti I Medicei (38-3)

Domenica 3 novembre, ore 15

Mogliano Rugby 1969 v IM Exchange Viadana

CLASSIFICA

Argos Petrarca e Kawasaki Robot Calvisano 15 punti; FEMI-CZ Rovigo 13; Valorugby Emilia e Fiamme Oro Rugby 11; Mogliano Rubgy 1969 10*; IM Exchange Viadana 1970* e Lafert San Donà 5; HBS Colorno, S.S. Lazio Rugby 1927, Toscana Aeroporti I Medicei 1; Sitav Rugby Lyons 0

*Una partita in meno

Jacopo Gramigni – Gianni Savia