Si chiude alla grande la prima stagione de Le Medicee

Nell’ultimo match caparbia vittoria sulle Donne Etrusche

attimovincentecosimoFirenze, 29 aprile 2016 – CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A FEMMINILE 2015/16 – GIRONE 2

17ª GIORNATA – RUFFINO STADIUM MARIO LODIGIANI – 24 APRILE 2016 – ORE 12,30

TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI FEMMINILE – DONNE ETRUSCHE 7 – 3 (0-3)

Marcatrici: 10’ cp Bianchi (Donne Etrusche), 0-3; 37’ st m Venezia (Toscana Aeroporti I Medicei Femminile), tr Tamberi, 7-3.

Calciatrici: Bianchi (Donne Etrusche) 1/1, Tamberi (I Medicei Femminile) 1/1.

Toscana Aeroporti I Medicei Femminile: Di Tizio, Bazzani (Fresu), Vignozzi, Nesi, Faye, Tamberi, Santini, Fineschi, Venezia, Magro, Tuci (Pratesi), Bitossi, Di Vitantonio (c), Longaron, Poli.

A disposizione: 16 Batosti, 17 Giovannoni, 18 Menicacci, 19 Destito, 22 Puce.

All.: Nutini, Valentino

Donne Etrusche: Mastroforti, Borghesi, Barilari, Matteo, Brini, Bianchi, Pagani, Isolani, Keller (c), Bettarelli, Roggi, Cennini, Bartolozzi, Massini, Di Renzo.

A disposizione : Santelli, D’Uva, Braghelli, Lanini, Castellini, Torre, Pinto.

All: Villanacci.

Arbitro: Smussi.

Cartellini: 30’ st cg Cennini (Donne Etrusche)

Note: pioggia battente, campo in buone condizioni, 200 spettatori

Ruffino WoM: Di Vitantonio (I Medicei Femminile) e Keller (Donne Etrusche), in rappresentanza della dedizione e dell’impegno delle due squadre.

Termina nel modo migliore il campionato per le ragazze di Toscana Aeroporti I Medicei Femminile, con una vittoria voluta e ottenuta con tutta la grinta possibile. Eppure il match non si era messo nel modo migliore. Sotto una pioggia incessante, Le Medicee avevano iniziato attaccando a testa bassa, senza però riuscire a raccogliere punti dal grande lavoro compiuto. Al contrario le ospiti, alla prima incursione, avevano raccolto tre punti per un calcio di punizione piazzato da Bianchi. Tre punti che, in una giornata complicata dalla pioggia, avevano determinato il parziale sfavorevole.

Nella seconda frazione l’emozionante rimonta, con il cronometro che scorreva verso la fine, nata da un touch rubato nei 22 delle ospiti e finalizzato in meta da Venezia, con la trasformazione di Tamberi. Brave nei minuti finali Le Medicee, che riuscivano a contenere senza danni la reazione delle Donne Etrusche, per esplodere nei festeggiamenti dopo il fischio finale.

Si chiude quindi in maniera positiva, con una settimana di anticipo sul calendario ufficiale (nell’ultima giornata in programma il 1° maggio Le Medicee riposeranno), il primo campionato delle ragazze di Toscana Aeroporti I Medicei Femminile, che sottolinea la grande crescita del movimento del rugby al femminile in tutta la regione.

Questo lo staff de Le Medicee, che ha seguito con altrettanta passione e dedizione le ragazze nella prima, lunga stagione:

Lo staff tecnico composto dall’allenatore Valter Nutini e dall’Aiuto Felice Valentino, che hanno rilevato la guida della squadra da Alberto Nembrini ed Elena Chiarella;  la dirigente Lucianella Biagini, i dirigenti accompagnatori Enrico Vignozzi, Elia SchioppettoMassimiliano Meoli e Luciano Magro; lo staff medico: Studio FisioMed ed Enrico Bartolozzi.

Queste le parole del tecnico Valter Nutini, raccolte da Jacopo Gramigni.

– Abbiamo chiuso il campionato con una vittoria, confrontandoci con l’altra compagine toscana della Serie A femminile.

Per iniziare faccio complimenti anche alle nostre avversarie. All’andata a Cortona avevamo perso di poco, questa volta è girata bene per noi. Questa vittoria è importante per tanti motivi: per prima cosa, per finire l’anno con una carica di ottimismo, poi per le ragazze, che ci erano andate vicine tante volte e le cose avevano sempre girato male… Non poteva andare sempre così!

La nostra avversaria di oggi è una squadra di qualità, anche loro nata dall’aggregazione di realtà di Cortona e Perugia, con diverse giocatrici già con un vissuto a XV. Oggi probabilmente le ospiti hanno anche sofferto il fattore campo, il giocare in uno stadio importante e del tutto nuovo per loro. Sono contento, anche perché non è facile andare a spiegare alle ragazze che abbiamo giocato bene anche se abbiamo perso. Io, tra l’altro, preferisco per un po’ vincere anche senza il bel gioco, poi occorre migliorare…

Quindi possiamo approfittare per fare una sorta di bilancio di questa fase finale di campionato, delle cose positive che sono state colte.

Tra le cose positive metterei senz’altro che ci siamo conosciuti a vicenda. Le mie esperienze precedenti di tecnico erano sempre state nel settore maschile e quindi ho dovuto rimodellare i tipi di intervento, occorre essere più delicati e tranquilli. Posso dire che c’è un nocciolo di giocatrici che darà delle soddisfazioni, speriamo anzi di recuperarle tutte, come Camilla Neri, anche oggi in tribuna ad assistere e che si era infortunata ormai diverse settimane fa ed ora sulla via del completo recupero, e come lei tante altre.

Il progetto dell’aggregazione territoriale è ottimo ma occorre operare alcune modifiche, per poter arrivare al match della domenica con la squadra più performante possibile. Ora abbiamo davanti tanti giorni fino all’inizio del campionato, per poter intervenire. Credo proprio che faremo buone cose.

Ora si inizia a pensare anche al futuro, dopo un attimo di pausa.

Sì, ora le ragazze ed io prenderemo una settimana di ‘ferie’, dopodiché ci incontreremo con Vezio Fanelli, con il presidente Lucibello e la dirigente Lucianella Biagini per fare il punto. Proseguiremo con due allenamenti la settimana, quello del venerdì, non dovendo preparare il match, non serve più. Magari faremo qualche sessione la domenica.

Ricordo anche che proprio qui, al Ruffino Stadium Mario Lodigiani, l’11 giugno si giocherà un quadrangolare ad invito tra rappresentative regionali, con la nostra selezione toscana che, vi annuncio, si chiamerà ‘Le Chimere’ e le selezioni di Emilia, Romagna e Liguria.

L’obbiettivo è arrivare a questo Torneo perché ne esca una bella giornata, coordinata con il Comitato Regionale. Al mattino ci sarà un Open Day per U12, U14 ed U16, tutto al femminile, ed al pomeriggio si giocherà il Quadrangolare.

Sarà una bella giornata… Speriamo che non piova!

Ph.: Cosimo Ignesti