Solo un punto separa la Pro Recco da I Medicei protagonisti di un’ottima prova

Partita vibrante con alternanza di risultati fino alla fine, quando la meta di Villagra chiude sul 18 a 19

Firenze, 7 marzo 2016

palmisanoCAMPIONATO NAZIONALE SERIE A  POULE PROMOZIONE 1 – 4° GIORNATA

TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI R. C. – PRO RECCO RUGBY 18 – 19 (pt 6-7)

Toscana Aeroporti I Medicei R. C.: 15 Palmisano, 14 Logi, 13 Morsellino, 12 Antonelli, 11 Citi (40’ st Reale), 10 Falleri (8’ st Landini), 9 Billot, 8 Bottacci (37’ st Savia), 7 Ippolito, 6 Meyer, 5 Civetta, 4 Cemicetti (12’ st Soldi), 3 Bigoni  (37’ st Zileri), 17 Fanelii (12’ st Casini), 1 Datola.

A disposizione: 2 Di Donna, 23 Taddei.

All.: Presutti, Martin

Pro Recco Rugby: 15 Gaggero, 14 Neri, 13 Tassara, 12 Torchia, 11 Bisso (20’ st D’Agostini), 10 Agniel, 9 Villagra, 8 Cacciagrano, 23 Ciotoli, 6 Rosa (15’ st Gerli), 5 Metaliaj, 4 Mastrolorenzo, 3 Corbetta ( 8’ st Massone), 2 Noto, 1 Bedocchi.

A disposizione: 16 Barisone, 19 Canoppia, 20 Cinquemani, 21 Quintierli.

All.: Villagra, Galli

Marcatori: 14’ cp Falleri (Toscana Aeroporti I Medicei) 3 – 0, 39’ m Cacciagrano (Pro Recco), tr. Agniel 3 – 7; 6’ st cp Falleri (Toscana Aeroporti I Medicei) 6 – 7, 17’ st m Landini (Toscana Aeroporti I Medicei) , nt 11 – 5, 21’ st m Cacciagrano (Pro Recco), nt 11 – 12, 27’ m di punizione Toscana Aeroporti I Medicei, tr Landini 18 – 12, 33’ st m Villagra (Pro Recco), tr Agniel 18 – 19.

Calciatori: Agniel (Pro Recco) 2/5, Falleri (Toscana Aeroporti I Medicei) 2/3, Landini (Toscana Aeroporti I Medicei) 1/3

Arbitro: Sig. Bertelli

Cartellini: 6′ st giallo Neri (Recco)

Note: pioggia battente, temperatura fredda; campo in ottime condizioni, 500 spettatori.

Ruffino MoM:  Villagra (Pro Recco)

Punti: Toscana Aeroporti I Medicei 1 – Pro Recco Rugby 4

Gli altri incontri: 

UR Capitolina – Junior Rugby Brescia 10 – 7

Accademia N. I: Francescato – Gran Sasso Rugby 45 – 0

La classifica:

Pro Recco R.  19

UR Capitolina17

Toscana Aeroporti I Medicei 11

Junior Rugby Brescia 6

Accademia Naz.le I. Francescato 6

Gran Sasso 1

Tanti gli aspetti positivi messi in luce dalla formazione di Presutti e Martin contro una prima della classe come la Pro Recco. Situazione atmosferica a parte, e su questo va riconosciuta ad entrambe le squadre l’aver nobilitato il rugby giocando in condizioni estreme, al Ruffino Stadium Mario Lodigiani domenica si è visto un bel match. Vittoria combattuta fino alla fine e spuntata con il minimo scarto dalla formazione ligure, più cinica nello sfruttare tutte le occasioni e maliziosa grazie all’esperienza del mediano di mischia Lisandro Villagra.

Gigliati protagonisti di qualche errore anche banale, e poco efficaci dalla piazzola, ma in condizione di mettere sotto pressione il pack ospite su i suoi punti di forza, mischie ordinate e touche. Una prova maiuscola per tutti i giocatori che si sono alternati nei primi otto uomini, in particolare dell’ottimo Civetta. Bene i trequarti, da  sottolineare le accellerazioni di Morsellino oggi al centro, e la fase difensiva dell’estremo Palmisano, che sotto le intemperie è stato capace di dare sicurezza alla squadra sui palloni alti. Non è mancata neppure l’invenzione del neo entrato al numero 10 Landini che ha lasciato sulle gambe tutta la linea dei trequarti recchesi con una delle sue fughe.

Bello spettacolo quindi al Ruffino Stadium, anticipato da un buffet offerto agli sponsor e alle personalità che sono volute essere a fianco de I Medicei. Tra le altre il vicepresidente vicario della FIR Nino Saccà ed il sindaco di Firenze Dario Nardella al quale è stata donata una illustrazione di Daniel Prenleloup, realizzata come copertina dell’evento.

CRONACA – La partita è sentita da entrambi le formazioni e si gioca in sostanziale equilibrio. Possono recriminare di più i Medicei che hanno maggiori territorio e possesso. Molto bene anche la mischia ordinata biancoargentorossa che in più occasioni mette sotto quella recchelina e ottiene anche una giusta meta di punizione per infrazioni ripetute degli ospiti. Alla fine gli errori dalla piazzola, insieme ad una miglior organizzazione della maul ospite, risulteranno determinanti.

Dopo alcune fasi di studio, sono I Medicei a portarsi avanti grazie al piede di Falleri. Un lungo attacco mediceo si infrange ripetutamente sulla strenua difesa di Recco sulla linea di meta. Siamo agli ultimi minuti del primo tempo e Recco, quasi alla prima volta nei 22 dei padroni di casa, ottiene un piazzato che calcia in touch. Gli ospiti riescono ad organizzare una maul che fa strada. Cacciagrano schiaccia e Agniel trasforma per il sorpasso, 3 a 7.

Si riparte senza cambi. Malgrado il diluvio che si rovescia sul prato del Ruffino Stadium Mario Lodigiani le squadre si affrontano senza esitazioni ed il match è appassionante. È ancora Falleri a cogliere tre punti dalla piazzola, dopo che un brillante calcio passaggio era sfuggito di un niente all’ala medicea dentro l’area di meta. I Medicei tengono il pallino e dopo pochi minuti Landini, appena subentrato a Falleri, è bravo a trovare un intervallo nella linea recchelina in affanno e ad incunearsi fino alla meta del sorpasso. La trasformazione non riesce e si va sull’11 a 7.

Recco non demorde e replica quasi subito per il controsorpasso, ancora con Cacciagrano, di nuovo da maul. Ma anche Agniel non trasforma e si va sull’11 a 12. I ragazzi di Presutti e Martin, con carattere, si riversano in attacco. Dopo aver sfiorato la meta con un maul, il pacchetto biancoargentorosso mette sotto quello ospite ed il sig. Bertelli punisce Recco con una meta di punizione. Landini trasforma. Mancano poco più di 10 minuti ed il punteggio è di 18 a 12. Recco cerca di rovesciare il risultato e riesce a riportarsi avanti con una nuova meta di Villagra, segnata con caparbietà dopo diverse fasi.

Agniel coglie i due punti e c’è un nuovo controsorpasso. Siamo alle ultime battute, i cambi al pacchetto mediceo danno nuova spinta ai biancoargentorossi. Si torna a giocare in campo recchelino ed al 39° la mischia ordinata medicea costringe al fallo gli ospiti. Il calcio è sulla linea dei 22, un po’ defilato, e, nel nubifragio, Landini non trova i pali. Il pacchetto mediceo non demorde e  ruba ancora il pallone ma l’arbitro fischia la fine.

VIDEO – Intervista a Pasquale Presutti

VIDEO – Intervista a Lisandro Villagra

VIDEO – Intervista a Alessandro Casini

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – ph.: Donatella Bernini