Un primo tempo perfetto non basta a I Medicei per contenere la rimonta del Petrarca

I tuttineri passano al Ruffino Stadium per 27 a 32. Per i gigliati 1 punto bonus

Firenze – Una prova di alto livello della Toscana Aeroporti I Medicei non è bastata con l’Argos Petrarca Rugby che è passato al Ruffino Stadium per 27 a 32 nella 12a di Peroni TOP12. Una partita a due facce per la squadra di Presutti e Basson che ha lasciato l’amaro in bocca alla luce di un primo tempo perfetto di parte biancoargentorossa. Inizialmente i gigliati sono stati capaci di imporsi sulla corazzata tuttanera di Marcato con un’attenta gestione tattica della gara e una grande solidità sulle fasi statiche oltre che difensive. Su questa base si è riusciti a tenere lontani dalla meta gli avversari e imprimere dinamicità alle proprie azioni in attacco regalando ai tifosi fasi di gioco da incorniciare.

Nella costante di uno scontro fisico tiratissimo è stato questo il momento delle belle mete di Mattoccia, Tuculet – designato Ruffino MVP – e Cosi, nate da azioni che hanno coinvolto l’intera squadra nella costruzione offensiva. Il Petrarca non è stato a guardare ribattendo colpo su colpo e sfruttando le sue doti di velocità nel gioco rotto. Gli sforzi patavini non sono andati oltre le due mete di Capraro e Franceschetto prima di arrivare al massimo distacco gigliato con il drop di Newton del 27 a 12.

Nell’ultimo quarto di partita i patavini hanno deciso di schiacciare il piede sull’acceleratore. I cambi li hanno favoriti, sono diminuiti gli errori di trasmissione visti in precedenza e sono arrivate le mete di Rieria, Michieletto – scelto come Peroni player of the match – e Laupepe. Una sconfitta sul filo di lana che ha lasciato ai gigliati il merito di aver mosso la classifica con una pretendente al titolo e una prestazione encomiabile davanti al proprio pubblico.

CRONACA

Inizio a tutta per I medicei che, già al 2’ vanno a forzare un in avanti nei 22 avversari. Peccato per un errore di manualità che interrompe un bel movimento al largo. Ma è un assaggio. Un altro bel movimento al largo porta la palla a Tuculet, che taglia in due la difesa e scarica su Mattoccia. Meta alla bandierina, trasformazione difficile: non per Newton, è 7-0. La reazione del Petrarca si spegne subito per un in avanti. I padovani continuano a spingere ma si infrangono su una difesa dei fiorentini che ruba metri preziosi. Al 13’ dopo aver assorbito la reazione dei neri, Newton va piazzare da posizione molto difficile, oltre 40 m dai pali. Il segnale agli avversari è chiaro: possiamo piazzare da ogni parte, attenzione ai falli. Continua il dominio territoriale dei biancoargentorossi, mentre si chiude il primo quarto. Un’occasione per i padovani arriva da un pallone recuperato da Leaupepe nel proprio campo. Un rimbalzo fortuito sembra costare la meta ai padroni di casa. La difesa arriva quasi a recuperare ma Capraro è bravo a sfruttare un varco sul lato chiuso. Garbisi non trova la trasformazione, al 23’ si va sul 10-5. I Medicei riallungano subito. Un bel movimento da mischia mette la palla nelle mani di Tuculet, che brucia tutti. Newton non si fa pregare per il 17-5. Stavolta Padova reagisce subito. Vinto un penaltouch a meta campo, imposta un bel drive che Franceschetto conclude. Stavolta Garbisi trasforma, 17-12. La reazione medicea però non si fa attendere. Ancora un movimento al largo mette il pallone nelle mani di Tuculet che brucia due placcaggi e scarica in sottomano dietro la schiena per Cosi. Newton continua a piazzare ed il punteggio va sul 24-12, che riflette correttamente quanto visto in campo. I Medicei vincono anche un calcio diretto su mischia. Con un po’ di affanno Padova si salva ed il tempo si chiude.

Si riparte con Biffi per Panetti. I Medicei continuano ad attaccare per linee dirette. Dal centro dei 22 Newton sfrutta una buona posizione per piazzare il drop del 27-12. Iniziano i cambi, Presutti immette forze fresche per la prima linea biancoargentorossa che ha speso tanto per mettere sotto gli avversari. Purtroppo però, nel volgere di pochi minuti si infortuna anche Cosi, che deve lasciare il campo per Venco. Deve uscire anche Maran ed infine anche Newton si infortuna e esce per Bientinesi. Il gioco de I Medicei perde via via in continuità e inizia a cedere terreno ad un Padova che ha il grande merito di essere in miglior salute rispetto ai fiorentini. La bilancia si inclina via via verso Padova fino al momento del sorpasso, al 74’ quando Leaupepe va in meta. Dopo due minuti, una formazione medicea molto rimaneggiata concede un calcio che un Garbisi insolitamente impreciso (alla fine 3/6, oggi), piazza per il definitivo 27-32. Applausi per I Medicei, che hanno dominato per larghi tratti l’incontro ed hanno ceduto nel finale, agli infortuni prima ancora che al Petrarca che, con il successo di oggi risale la classifica.

INTERVISTE E DICHIARAZIONI

Coach Pasquale Presutti al microfono di Stefano Bartoloni

Pasquale Presutti, tanta amarezza ma niente da rimproverare ai tuoi ragazzi. Hanno finito la benzina un po’ troppo presto.

Non parliamo di amarezza pensando a chi avevamo davanti. Abbiamo fatto più che il nostro dovere. Naturalmente la qualità delle due squadre c’è ed è venuta fuori la qualità e le capacità del Petrarca. Noi abbiamo fatto un buon primo tempo poi non è che è mancata la benzina è mancato qualcos’altro ma preferisco dire che abbiamo fatto una buona figura e così va bene.

Il Petrarca è venuto fuori con la sua esperienza, ha voluto vincere, per loro erano punti importanti. Forse più importanti che per Firenze anche se in casa ha lottato per un punto in classifica che è comunque importante.

Diciamo che se all’inizio della partita o ieri o l’altro ieri si fosse pensato di fare un punto con il Petrarca o con altre squadre di alta classifica… alla fine si resta contentissimi perché fare un punto con il Petrarca non è cosa da poco. Poi da come si è sviluppato questo punto, da come siamo stati bravi nel primo tempo a segnare tre belle mete e a stare più attenti, nel secondo tempo ci è mancato il rifornimento di palloni da poter giocare al piede per andare nella metà campo del Petrarca. Il Petrarca avuto diversi palloni a disposizione. È una squadra che quando gioca in velocità mette in difficoltà tutti e mette in difficoltà anche noi. Bravo Petrarca e bravi i Medicei.

Ora una settimana di riposo forse è quello che ci vuole. Diversi giocatori sono usciti acciaccati quindi sarà importante anche il bollettino medico in questi prossimi giorni.

Sicuramente adesso ci riposiamo abbiamo una settimana in cui salteremo qualche allenamento e poi bisogna convivere un po’ tutti con gli infortuni. A noi mancano giocatori che all’inizio dell’anno dovevano farci la differenza. Oggi giocare senza Greef senza Giovanchelli senza Cornelli e senza qualcun altro infortunato a noi pesa molto. A noi forse più degli altri.

Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – sabato 15 febbraio 2020

Peroni TOP12, XII giornata

Toscana Aeroporti I Medicei v Argos Petrarca Rugby  27 – 32  (24-12)

Marcatori: p.t. 5’ m Mattoccia tr Newton (7-0); 14’ c.p. Newton (10-0); 23’ m Capraro (10-5); 26’ m Tuculet tr Newton (17-5); 31’ m Franceschetto tr Garbisi (17-12); 38’ m Cosi tr Newton (24-12); s.t. 44’ drop Newton (27-12); 58’ m Riera tr Garbisi (27-19); 66’ m Michieletto (27-24); 74’ m Leaupepe (27-29); 77’ c.p. Garbisi (27-32)

Toscana Aeroporti I Medicei: Tuculet; Panetti M. (41’ Biffi), Menon, Rodwell, Mattoccia; Newton (70’ Bientinesi), Esteki; Cosi, Boccardo, Brancoli; Maran (cap.) (57’ Chiappini), Signore; Battisti (50’ Marín), Schiavon (50’ Broglia), Zileri (50’ De Marchi)

All. Presutti, Basson

Argos Petrarca Rugby: Ragusi (46’ De Masi); Coppo, Riera, Leaupepe, Capraro; Garbisi, Chillon; Trotta (cap.) (29’ Michieletto), Conforti, Nostran; Galetto, Saccardo; Franceschetto (43’ Mancini Parri), Carnio (43’ Cugini), Borean (56’ Braggiè)

All. Marcato

Arb. Riccardo Angelucci (Livorno)

AA1 Matteo Liperini (Livorno), AA2 Fabio Arnone (Pisa)

Quarto Uomo: Giuseppe Ruta (Perugia)

Calciatori: Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 5/5; Garbisi (Argos Petrarca Rugby) 3/6;

Note: pomeriggio di sole, circa 18°, campo in buone condizioni, spettatori circa 800

Punti conquistati in classifica: Toscana Aeroporti I Medicei 1; Argos Petrarca Rugby 5;

Peroni Player of the Match: Riccardo Michieletto (Argos Petrarca Rugby)

Ruffino MVP: Segundo Tuculet (Toscana Aeroporti I Medicei)

Peroni TOP12 – XII giornata

(tra parentesi i punti conquistati in classifica)

FEMI-CZ Rovigo v Sitav Rugby Lyons 50-19 (5-0)

HBS Colorno v Kawasaki Robot Calvisano 24-31 (1-5)

Lafert San Donà v Fiamme Oro Rugby 7-20 (0-4)

Lazio Rugby 1927 v Mogliano Rugby 1969 23-21 (4-1)

Toscana Aeroporti I Medicei v Argos Petrarca Padova 27-32 (1-5)

IM Exchange Viadana 1970 v Valorugby Emilia 21-17 (4-1)

Classifica: FEMI-CZ Rovigo 51 punti; Valorugby Emilia, Fiamme Oro Rugby e Kawasaki Robot Calvisano 44; Argos Petrarca 42; Toscana Aeroporti I Medicei, IM Exchange Viadana e Mogliano Rugby 25; Lafert San Donà 22; HBS Colorno 16; Sitav Rugby Lyons 14; S.S. Lazio Rugby 1927 12

Prossimo turno – XIII giornata

29.02.20 – ore 15.00

Fiamme Oro Rugby v Femi-CZ Rovigo

01.03.20 – ore 15.00

Kawasaki Robot Calvisano v Toscana Aeroporti I Medicei

Mogliano Rugby 1969 v HBS Colorno

Argos Petrarca Padova v Lazio Rugby 1927

Valorugby Emilia v Lafert San Donà

Sitav Rugby Lyons v IM Exchange Viadana 1970

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Donatella Bernini