Under 18: l’Elite torna al successo. Battuta d’arresto per la Regionale

Firenze – Dopo la brutta battuta d’arresto della scorsa settimana a Livorno, l’under 18 elite di Toscana Aeroporti I Medicei si ripresenta sul campo secondario dell’impianto di casa, dove affronta la coriacea formazione del Rugby Parma 1931 FC per la seconda di ritorno del proprio campionato.

Fin dalle prime battute si capisce che le scorie dell’ultima giornata non sono state del tutto smaltite, e che anche a causa di alcune assenze importanti non sarà una partita facile. I gialloblù parmensi partono col giusto piglio ed è solo grazie ad un bel calcio di punizione di Pesci dai quaranta metri che è Firenze a determinare i primi tre punti della partita. 

Al 12′ Parma 1931 si porta in vantaggio dopo aver sfruttato un penaltouch sulla parte sinistra del loro attacco; la meta è trasformata dal mediano d’apertura per il 3-7 parziale.

È ancora Pesci, che oggi ritorna al ruolo di estremo, a tenere a galla l’imbarcazione medicea con un altro calcio dalla lunga distanza fischiato dopo un ‘tenuto a terra’ di Parma.

Ma troppo spesso gli ospiti rompono il primo placcaggio e poi allargano all’esterno; così al termine di una di queste azioni, verso il 25′ vanno nuovamente in meta pur senza riuscire a trasformare.

Firenze ha bisogno di una scossa per riuscire a togliersi dall’impaccio di una gara piuttosto fallosa in cui i tre quarti avversari, salendo con bella aggressività, impediscono ai biancoargentorossi di sviluppare il loro miglior gioco.

Questa arriva al 30′ quando Cardoso riesce a schiacciare al termine di una bella azione corale: è il frutto evidente della volontà di una squadra, quella fiorentina, che non ci sta a subire la contingenza sfavorevole dell’ultima settimana. Meta non trasformata, e la fase finale del primo tempo è durissima, con i Medicei che prima perdono palla ingenuamente, e poi resistono a un metro dalla linea di meta ai molti pick and go gialloblù. Parma commette in avanti e si va al riposo sul risultato di 11-12.

Riuscire a non subire meta galvanizza i padroni di casa che al rientro in campo si dimostrano da subito maggiormente aggressivi e sembrano rendere ‘pan per focaccia’ agli ospiti sul piano del ritmo.

Firenze ritrova il suo celebre ‘carrettino’, così al termine di un bellissimo avanzamento, Soro, bella partita la sua, realizza la marcatura al 47′ per il12-16 parziale.

Sebbene manchino i due punti della trasformazione, l’inerzia della gara è ormai mutata, con Firenze a menare le danze e a cercare di prendere il largo. Sono fasi ostiche, con Parma che non ci sta a subire; qualche eccessiva spigolosità che l’arbitro tiene a freno pur senza dar mano ai cartellini e dimostrando sicurezza.

Prima una giocata notevole di Pesci che tuffandosi recupera un pallone già uscito, che poi riesce a calciare in touch con un bel lungolinea, ricacciando indietro di molti metri gli ospiti; e infine la svolta al 60′: Samir Touires, altra buona prestazione, si esibisce nella specialità della casa, l’intercetto, che già in una precedente azione gli era sfuggito per un soffio, e si invola indisturbato tra i pali. Facile trasformazione in drop di Pesci e I Medicei mettono una seria ipoteca su quest’incontro, 23-12 a dieci minuti dalla fine.

Mancherebbe la quarta meta che porterebbe il punto bonus, ma i ragazzi oggi seguiti in panchina da coach Biancalani, ci vanno solo molto vicini. Troppi falli nel momento conclusivo dell’azione, e così è Parma che sul finale ritrova coraggio e al termine di una lunga azione dei propri avanti, riesce a segnare i primi cinque punti del suo secondo tempo. La meta gialloblù non è trasformata e la partita finisce sul risultato di 23-17.

L’unico commento che si può fare è che oggi serviva solo vincere per ritrovare fiducia dopo Livorno: missione compiuta.

Buono l’apporto dei ragazzi approdati in elite dalla squadra regionale, così come c’è da credere potrà in futuro esserlo anche quello dei giocatori meno impiegati finora, in attesa poi del rientro di quelli infortunati. Ci sarà tempo per affinare i meccanismi e provare a tornare ad essere la squadra brillante e vittoriosa che abbiamo conosciuto nell’ultimo anno e mezzo.

Firenze, Ruffino Stadium Mario Lodigiani – domenica 26 gennaio 2020

Campionato Elite Area 3, XI giornata

Toscana Aeroporti I Medicei U18 v Rugby Parma 1931 FC 23 – 17 (11-12)

Toscana Aeroporti I Medicei U18: Pesci; Nannini, Fialà, Chiti, Cardoso; Nidiaci, Cherici; Frangini, Vitone, Pracchia; Becattini, Touires; Bonaccorsi, Soro, Innocenti.

A disposizione: Brogi, Sorrentino, Minucci, Bianchini, Cini, Rahmouni

All. Lo Valvo

Rugby Parma 1931 FC: Gorlani; Pattacini, Borges (cap.), Maggiani, Bianconcini; Sorio, Bosi; Mattioli L., Ruaro, Maggiore; Rabaglia, Mattioli A.; Carli, Strini, Alcantara

A disposizione: Salvadori, Terranova, Fanfoni, Alberti, Mazza, Tiberti, Mattioli M.

All. Soncini

Nicola Cherici – Ph. Roberta Falcini

Battuta d’arresto per la Regionale

Livorno – Lo scontro per il primo posto nel campionato regionale tra i padroni di casa del Granducato, franchigia nata nel 2015 dall’unione di forze di Etruschi Livorno e Lions Amaranto, a cui si è aggiunto in seguito il Bellaria Pontedera, e Toscana Aeroporti I Medicei si è chiuso con il successo dei padroni di casa per 20 a 5. I Medicei occupano ora la seconda posizione della graduatoria.

I ragazzi di Falleri, dopo la pausa per il primo turno del 6 Nazioni, torneranno in campo il prossimo 9 febbraio tra le mura di casa per il match con I Ghibellini, franchigia senese-aretina, attualmente al sesto posto in classifica.

Toscana Aeroporti I Medicei U18: Bianchi, Boschi, Chiarini, Cosci, Del Giudice, Fabbrocino, Fortuna, Gori, Hill, Lo Gaglio F., Lo Gaglio P, Martelli, Menicagli, Pagni, Panerai, Pasquini, Tuci, Vannetti, Vannoni.

All. Falleri

Gianni Savia – Ph. Bess Melendez