Chiusura della fase a gironi per le Under 18

Sconfitta di misura per la Regionale a Portoferraio, l’Elite conclude al primo posto

L’Under 18 Regionale – Ph. Alessandro Metti

Portoferraio – Si disputa l’ultima di campionato sul terreno isolano dei Mascalzoni del Canale, franchigia composta dalla fusione dell’Etruria Piombino con l’Elba Rugby.
La trasferta è logisticamente impegnativa così viene deciso di anticipare la partenza al sabato e pernottare nei dintorni di San Vincenzo per essere più freschi al traghetto delle 9,30 e, in considerazione anche del fatto che per gli atleti dell’annata 2000 è l’ultima partita del campionato under 18, cogliere l’occasione di passare due giorni tutti insieme.La giornata è di quelle primaverili: profumo di mare, sole, gabbiani, e anche la traversata è tranquilla e rilassante. A Portoferraio i Mascalzoni del Canale sono già in campo a scaldarsi mentre I Medicei hanno appena il tempo di prepararsi al match. Il fischio d’inizio è alle 12,15. 
La squadra di casa, come da copione, parte a spron battuto spingendo da subito e schiacciando i ragazzi di Toscana Aeroporti I Medicei nella propria metà campo. I ‘Mascalzoni’ sono una buona squadra, ben organizzata e molto tecnica, fanno girare la palla e riescono a farla arrivare ad una delle ali, molto veloce e difficile da placcare: al terzo minuto, approfittando anche di un’incertezza fiorentina, schiacciano l’ovale in posizione molto angolata, 5 a 0.  La partita è ancora lunga e i fiorentini partono al contrattacco spingendo e lottando, la difesa di casa risponde bene e i capovolgimenti di fronte si susseguono. I biancoargentorossi non sembrano ancora in partita, forse alle prese con i postumi del viaggio, gli errori sono molti e al 17’ i Mascalzoni ne approfittano ancora per segnare la seconda meta, ancora molto angolata e non trasformata, 10 a 0.La partita continua con la solita intensità, i Medicei giocano senza riuscire ad essere incisivi fino al 20’ quando, con forza ed orgoglio, dopo una lunga azione di spinta Bianchini buca la linea avversaria e va a schiacciare. La trasformazione è molto defilata e non riesce, 10-5.Mancano pochi minuti ma i ‘Mascalzoni’ riescono ad allungare ancora, andando al riposo sul 15-5.
Il secondo tempo è ben diverso dal primo con le due squadre a fronteggiarsi a viso aperto e senza esclusione di colpi. Gli atleti di casa resistono agli attacchi de I Medicei che, consapevoli dei propri mezzi, attaccano su ogni palla ed è al 30’ che Querci sblocca il risultato con una meta angolata ma comunque trasformata da Innocenti, rivelazione per i calci piazzati di questa partita. Sulle ali dall’entusiasmo, appena un minuto dopo è Metti che deposita l’ovale nella stessa  posizione.
Innocenti non trema e trasforma, il risultato è ribaltato a favore dei Medicei, 15-19.
Manca soltanto una manciata di minuti ed il pubblico di casa spinge i Mascalzoni che scaricano tutte le forze e, dopo un batti e ribatti nei 5 metri biancoargentorossi, infilano con una bella azione una meta centrale trasformata che non dà scampo ai fiorentini. 
La partita termina sul 22-19, uno scarto minimo che però basta per relegare i fiorentini ad un comunque ottimo terzo posto nel campionato regionale.

aemme – Ph. Alessandro Metti

L’Under 18 Elite festeggia – Ph. Marco Metti

L’U18 Elite chiude la fase a gironi con una vittoria
Firenze – L’ultima gara del girone di ritorno si gioca sul verde del Ruffino Stadium Mario Lodigiani, dove i gigliati ospitano il Valorugby: i ragazzi U18 di Toscana Aeroporti I Medicei sono decisi a ben figurare di fronte al pubblico di casa per chiudere la fase a gironi con una vittoria.Già dal primo minuto la squadra di casa mette sotto pressione gli ospiti non concedendo niente; i ragazzi di Sorrentino mettono al sicuro il risultato e conquistano l’incontro già nel primo tempo con le sei mete di Sorrentino, Nannini, Frangini, Di Puccio, che fissano il punteggio sul parziale di 38-0.Il secondo tempo ricalca l’andamento del primo e la girandola delle mete continua con le segnature di Cardoso, Sorrentino, Nannini e Fialà,che portano il punteggio finale a 74-0, una punteggio forse troppo eccessivo per un Valorugby che non ha mai smesso di lottare, nonostante la differenza vista in campo tra le due formazioni fosse importante.
I “Guagliuncelli” di Sorrentino e Falleri hanno poi festeggiato tutti insieme al Lodigiani la conquista del Trofeo degli Appennini; trofeo che tutti i ragazzi della categoria devono sentire come proprio perché, ognuno di loro, durante la stagione, negli allenamenti e nelle partite, ha dato il proprio contributo, stretto i denti, mangiato lo stesso fango e sudato la stessa erba per raggiungere questo obbiettivo.Adesso le fasi finali nazionali aspettano i “Guagliuncelli”; l’avventura continua.
Un grande Grazie a tutti i ragazzi per le emozioni che hanno regalato fino ad ora; un abbraccio affettuoso ai grandi del 2000 che con questa stagione terminano il percorso nelle giovanili; questi tre anni bellissimi fatti di sofferenze e gioie, tre anni di polvere fango e chilometri, tre anni che in realtà sono molti di più perché questi ragazzi hanno iniziato fianco a fianco da bambini e tutti si augurano di rivedere ancora insieme nelle categorie superiori.

Toscana Aeroporti I Medicei U18, Campionato 2018-2019:
Archetti, Ristori, Metti L., Chiti R., Ferrazza, Migliori, Raimo, Campolucci, Nannini, Ciampi, Pracchia, Bianchi, Fialà, Cardoso, Frangini Sorrentino, Biagini, Sestini, Bonaccorsi, Di Puccio, Pesci, Soro, Sassi, Michelagnoli, Del Bono, Mannelli, Krifi, Cini, Chiarini, Minucci A, Minucci F., Sulli, Panerai L., Panerai V., Scalise, Cherici, Cendali, Falchini, Chiti M., Touires, Becattini, Brogi, Querci, Bianchini, Saccardi, Innocenti, Cosci, Metti T., Casini, Valtancoli, Nidiaci, Bovo, Bizzarri, Hill, Barbieri,Tuci, Fantechi, Vitangeli,

All. Sorrentino, Falleri
Staff Tecnico: Cosi, Rios, Lubian
Accompagnatori: Diva, Cristina, Roberta, Cini S., Saccardi S., Nannini, Cerretelli, Ciampi, Metti A., Metti M.
Fotografi: Donatella Bernini, Bess Melendez, A. Metti, M. Metti
Scribacchini: Alessandro Metti – Marco Metti – Nicola Cherici – Cristina Nardi.
Emmeemme – Ph. Marco Metti