I Medicei cedono con il Viadana al Ruffino Stadium

Finisce 10 a 22. Primo tempo equilibrato, nella ripresa buon tentativo di recupero dopo l’iniziale sbandamento.

Firenze – La Toscana Aeroporti I Medicei ha rimediato una sconfitta casalinga dal Rugby Viadana 1970 nel sesto turno di TOP12 e ha mancato la possibile parità vinte/perse nelle partite disputate in campionato. Il match ha presentato per lunghi tratti una guerra di trincea impostata sulla contesa e su un’estenuante lotta metro su metro in alterne fasi di dominio territoriale. Iniziative che si sono spesso infrante nelle rispettive granitiche organizzazioni difensive. Dove gli argini non sono riusciti a contenere i potenti drive e pick and go, e si è aperta la strada per la meta, il giudizio arbitrale ha cinicamente negato il toccato a terra. Purtroppo per i gigliati questo è avvenuto nelle occasioni in cui sarebbe stato fondamentale capitalizzare per dare una svolta alla partita.

Merito del Viadana la concretezza sulle sbavature difensive avversarie grazie ad una pronta riorganizzazione nelle fasi di gioco rotto sull’asse dei playmaker Tupou/Ormson/Apperley alternate ad un efficace gioco tattico al piede a mantenere sotto pressione e lontani I Medicei. Per i biancoargentorossi le note positive vengono dal buon rendimento sulle fasi di conquista e da una buona attitudine mentale al recupero dopo l’iniziale 0 a 19, mantenuta anche dopo l’inserimento dei sostituti, vedi BrogliaZileri e Lupini. Una condizione che ha permesso un finale in crescendo per i fiorentini pur nella necessità di far fronte per tutto il secondo tempo al forfait di Newton costretto a lasciare il campo per infortunio.

LA CRONACA

Le squadre si affrontano a viso aperto. Un in avanti ferma la prima azione dei Medicei e sul rilancio, un placcaggio pericoloso di Bronzini gli costa l’espulsione temporanea. I Medicei tentano subito di segnare ma il maul viene arrestato ed un fallo in attacco restituisce il possesso a Viadana. Causa una serie di piccole incomprensioni tra le file dei fiorentini, Viadana risale il campo fino ad un touch sui 5 m biancorossi. Tante fasi dei viadanesi che perdono il pallone per un in avanti forzato dalla difesa. Viadana cerca di tenere il pallone e far passare il periodo di inferiorità ma Greeff scippa letteralmente la palla e riporta avanti il gioco. Un fallo sui 22 m dà a Newton la palla per un touch sui 5 m degli ospiti. Finisce l’inferiorità di Viadana con il maul mediceo che entra in meta senza riuscire a schiacciare il pallone. È mischia, vinta bene dal pack fiorentino. Scivola Greeff e si lotta sui 5 m. È un vero corpo a corpo, I Medicei arrivano ad un passo dalla meta in più occasioni e vengono ancora tenuti alti. Se ne va il primo quarto ed è ancora mischia ordinata sui 5 m gialloneri. La difesa viadanese alla fine si salva appoggiandosi al touch. Il match, ancorché a mete inviolate, è appassionante. Rorato resta a terra dopo uno scontro fortuito con Ferrarini. Le difese controllano e Cerioni decide di calciare profondo. Il rimbalzo non lo aiuta e si forma la mischia a metà campo. Si calma il vento. Su un ribaltamento di fronte rapido, Viadana trova la meta con Spinelli. Da un touch, dopo tante fasi, Viadana crea il soprannumero al largo e Spinelli schiaccia. Bella trasformazione di Ormson ed è 0-7. I Medicei si rilanciano in avanti ma la segnatura ha dato fiducia agli ospiti che riescono a controllare fino alla fine della prima frazione. In fine di periodo escono Giovanchelli per ferita sanguinante e Newton per un riacutizzarsi di un problema alla spalla.

Il primo tempo ha visto un assai maggior possesso e territorio da parte de I Medicei che, pur entrati due volte in meta, sono stati tenuti alti ed hanno pagato a caro prezzo l’unico errore difensivo.

Si inizia senza cambi ma subito Viadana piazza il carico. Apperley recupera ed attacca la linea, scarica su Silva che viene fermato, ruck. La palla esce ed arriva a Ferrarini che va a schiacciare. Ormson non trasforma, è 0-12. Viadana ora respira e si propone più di frequente in attacco, appoggiandosi al piede di Ormson. Da un penaltouch il maul avanza e Moreschi va a segnare. Ormson stavolta aggiunge gli extra ed è 0-19. Presutti immette tutte le forze fresche a sua disposizione e la mossa sortisce il suo effetto. Da un maul partito dai 5 m viadanesi Il neoentrato Zileri va a schiacciare. Non riesce la trasformazione ma il tabellino mediceo inizia a muoversi. Passano poco più di 5’ e su azione fotocopia è Broglia, anche lui entrato da una manciata di minuti, a segnare. Anche questa trasformazione non riesce ma ora I Medicei sono in partita ed insistono nella loro azione di rimonta. Un pizzico di precipitazione però è fatale. Ancora in un paio di occasioni, i fiorentini riescono ad andare vicinissimi alla segnatura; Viadana però riesce, in una sortita dalla sua trincea, a trovare un piazzato che Ormson non fallisce, è 10-22. I Medicei cercano ancora di ottenere almeno il punto di bonus ma ora si gioca si nervi ed il match si chiude con una sconfitta che va un po’ stretta ai padroni di casa.

INTERVISTA A FINE GARA di Stefano Bartoloni

Pasquale Presutti, un po’ di amaro in bocca. Un primo tempo con zero sul tabellino dopo aver varcato due volte la linea di meta

Qualcosina da rivedere c’è, penso che qualcosa poteva cambiare un poco la partita. Così non è stato, prendiamo atto; abbiamo fatto un bel primo tempo ma al primo errore Viadana ne ha approfittato. Ha qualità per farlo ma noi pian pianino ci siamo un po’ arresi. Poi siamo tornati in partita ma anche lì, in qualche occasione siamo stati a mio parere abbastanza penalizzati. La partita è andata come è andata. Poi, si può anche perdere ma con un po’ più d’attenzione, e questa volta non dico da parte nostra, sicuramente un punto potevamo farlo tranquillamente.

Medicei che anche negli ultimi 10 minuti forse meritavano la terza meta, che avrebbe significato il bonus difensivo.

Penso che quello che poteva cambiare enormemente la partita è stata la prima meta non concessa a I Medicei, con una rolling maul da venti metri, entrati in otto in area di meta a velocità da bicicletta e non a piedi e non ci è stata concessa. Quello è grave.

Cominciare da 7 a 0 in vantaggio e non in svantaggio poteva essere diverso. Viadana nel gioco rotto rotto ha dimostrato una grande capacità. 

Sono un’ottima squadra, non lo scopriamo adesso. E nemmeno abbiamo perso per gli errori del sig, Tomò, per carità. Noi guardiamo i nostri e i nostri li abbiamo commessi noi, non certo la terna arbitrale. Viadana è un’ottima squadra e ha ambizioni, un po’ come noi, di classifica tranquilla. Al momento era un po’ in difficoltà e con la partita di oggi anche noi speravamo di ottenere qualcosa in più a livello di punti, un punto alla fine. Per il campionato che abbiamo, alla fine, un punto può essere anche determinante.

Partiamo dalle cose positive: il touch, il rolling maul… Due drive vincenti come anche quello di Rovigo. È una fase che funziona.

È positiva, funziona, come anche la difesa. E poi, i rolling maul come le facciamo noi li fanno anche gli altri, per cui segniamo noi e segnano anche gli altri. Il Viadana nel gioco rotto è molto bravo, ha giocatori veloci ed in due-tre occasioni ci ha messo in difficoltà.

Ed ora c’è da stringere i denti, ancora una settimana di allenamenti per preparare la partita di Verona

Al meglio. La prepariamo come sempre, come abbiamo preparato questa e le altre. Un po’ più di entusiasmo non guasta.

Questa settimana c’è anche la Nazionale, su questo campo. Ci sarà anche l’inaugurazione del campo in sintetico. Un sacco di impegni.

Sì, tutto bello, tutto simpatico ma poi dobbiamo far punti il sabato o la domenica.

Firenze, Stadio “Mario Lodigiani” – sabato 3 novembre 2018

TOP12, VI giornata

Toscana Aeroporti I Medicei v Rugby Viadana 1970  10 – 22 (0-7)

Marcatorip.t. 30’ m Spinelli tr Ormson (0-7); s.t41’ m Ferrarini (0-12); 52’ m Moreschi tr Ormson (0-19); 59’ m Zileri (5-19); 66’ m Broglia(10-19); 70’ cp Ormson (10-22)

Toscana Aeroporti I Medicei: Biffi; Cornelli, Rodwell (56’ Lupini), Cerioni, Mattoccia; Newton (38’ Basson), Rorato (56’ Esteki); Greeff, Minto, Cosi (56’ Brancoli); Pierini, Maran (cap.); Battisti, Giovanchelli (59’ Broglia), De Marchi (56’ Zileri).

All. Presutti, Basson

Rugby Viadana 1970: Apperley; Bronzini, Menon, Ormson (cap.), Spinelli; Di Marco, Gregorio (65’ Bacchi); Tupou, Ferrarini, Moreschi; Chiappini, Devodier (65’ Gelati); Brandolini, Silva, Denti Ant.

AllFrati

Arb. Emanuele Tomò (Roma)

AA1 Angelucci (Livorno) AA2 Giovanelli (La Spezia)

Quarto uomo: Iavarone (Perugia)

Cartellini: 3’ giallo a Bronzini (Rugby Viadana 1970)

Calciatori: Ormson (R. Viadana 1970) 3/4; Basson (Toscana Aeroporti I Medicei) 0/3

Note: giornata di pallido sole, vento trasversale, circa 21°, campo in buone condizioni. Spettatori 880.

Ruffino Man of the Match: Criff Tupou (Rugby Viadana 1970)

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Stefano Bartoloni – Ph. Bess Melendez