Il Carlo Androne di Recco rimane inviolato per I Medicei

Sconfitti 25 a 16, i gigliati partono bene ma si fanno recuperare e cedono nel secondo tempo

Recco – Si chiude con una sconfitta per 25 a16 lo scontro al vertice della Poule Promozione contro la Pro Recco al Carlo Androne. La Toscana Aeroporti I Medicei non riesce ad estendere la buona striscia positiva e mettere in sicurezza il primato in classifica, mentre la Pro Recco, dopo un paio di passi falsi, rientra in corsa per i play off. Purtroppo dopo l’ottima partenza dei fiorentini, concretizzata dalla bella meta di Santillo che ha portato subito nei primi minuti ad un parziale di 10 a 0, i gigliati non sono riusciti a dare seguito al buon abbrivio iniziale. Complice la strenua difesa dei padroni di casa, le scelte in attacco dell’esperto Villagra (tutte volte con calci tattici a rovesciare la buona pressione che i gigliati hanno ben esercitato sopratutto nel primo tenpo), la ormai abituale precisione dalla piazzola dell’apertura biancoceleste man of the match Agniel e qualche interpretazione arbitrale forse discutibile, per i padroni di casa è stato possibile recuperare lo svantaggio e lentamente spostare il baricentro del gioco nel campo avversario.

Come prevedibile lo scontro principe di tutto l’incontro si è svolto sulle fonti di gioco. Il confronto tra i pack caratterizzato da lunghe fasi statiche in mischia ordinata e da buoni automatismi in touche ha caratterizzato tutto il match e si è risolto in equilibrio tra le due squadre. Dopo Il 16 a 16 di chiusura del primo tempo, nel secondo, sono stati i maul avanzanti e i pick and go dei padroni di casa a prendere il sopravvento. Imbrigliata la forza offensiva nel gioco al largo dei fiorentini, anche con interventi ai limiti del regolamento – costati l’uscita dal campo dell’estremo Santillo e dell’ala Cocchi – per la Pro Recco non è rimasto che contare i punti che il cecchino Agniel ha saputo raccogliere dai calci di punizione guadagnati nella metà campo biancoargentorossa per un parziale del secondo tempo di 9 a 0. Niente di compromesso. Adesso, come sempre, sarà il momento del recupero dalle ferite fisiche e morali rimediate in uno dei campi più ostici della serie A, e consapevoli delle proprie potenzialità riprendere a lavorare per il prossimo appuntamento, molto impegnativo, domenica prossima a L’Aquila.

LA CRONACA

Si parte senza troppi complimenti: al 1’, per un fallo dei padroni di casa, sono subito tre punti per i Medicei, grazie al piede di Newton. In buona evidenza il pacchetto dei Medicei, che gioca con autorevolezza in touch ed in mischia ordinata. Questa mole di lavoro svolta crea l’occasione buona al 15’ con Santillo bravo ad incunearsi tra le maglie della difesa recchelina e schiacciare in meta. Ottima la trasformazione, defilata, di Newton per lo 0 a 10. Nemmeno il tempo di ripartire che la difesa medicea si fa trovare in fallo e Agniel piazza per il 3 a 10. Ancora un fallo mediceo crea le condizioni per il penaltouch con il quale Recco organizza un maul avanzante e segna la meta del pareggio. Peccato, due falli dei Medicei vanificano l’ottimo lavoro nel 1° quarto. Ancora un’infrazione, questa volta un crollo in mischia, manda alla piazzola Agniel, che non si lascia pregare per piazzare il calcio del sorpasso. Crolla la mischia recchelina e Newton piazza per il pareggio mentre l’arbitro richiama i capitani e le prime linee delle due squadre per ottenere più stabilità. Passano pochi minuti ed è ancora il turno di Newton di riportare avanti i toscani, di nuovo con un calcio piazzato. La partita si è spezzettata, si gioca stando attenti a capitalizzare ogni occasione. Proprio in chiusura di tempo, Agniel calcia il penalty kick del 16-16 che chiude la prima frazione.

Si riparte con il cambio dei piloni per Toscana Aeroporti I Medicei. Il tecnico Presutti cerca di dare più stabilità al reparto e subito, alla prima mischia ordinata, i biancoargentorossi vincono il confronto dopo una lunga fase di spinta. L’incontro si svolge prevalentemente nel confronto tra i pacchetti. In questa fase è però Recco a spostare avanti il baricentro del gioco, senza creare pericoli se non quelli che possono provenire dai calci piazzati. Al 15’ è infatti il piede di Agniel a riportare in vantaggio i padroni di casa, 19-16. Subito dopo, l’estremo mediceo Santillo subisce un violento placcaggio irregolare che lo lascia per qualche minuto a terra. Il gioco si ferma e Santillo, pur cosciente, viene portato fuori in barella per la valutazione dei sanitari tra gli applausi del pubblico. Entra D’Andrea, con lo spostamento di Reale ad estremo. Il centro recchelino Panetti viene sanzionato con un cartellino giallo. Dopo un paio di cambi di fronte, un lungo calcio di Apperley viene raccolto da Cocchi che si invola e mentre si tuffa in meta, viene contrato dalla difesa e si infortuna. anche Cocchi deve uscire e si riparte da una mischia sui 5 metri dei padroni di casa, il pericolo sfuma.

Malgrado l’inferiorità, Recco spinge molto appoggiandosi al pacchetto di mischia. Ancora un fallo della difesa medicea manda Agniel alla piazzola: al 25’ si va sul 22 a 16 per i padroni di casa. Problemi nei sostegni per i Medicei, che concedono molti calci ai padroni di casa. Ancora da un’infrazione, nasce l’occasione per Agniel per portare i padroni di casa oltre break. Siamo alle battute finali ed il risultato va sul 25 a 16. I Medicei si riversano in avanti alla ricerca della segnatura. Sui 5 m dei padroni di casa però, la difesa riesce a sventare l’offensiva. I Medicei riescono a rubare il touch e riconquistare il possesso ma è ancora un’infrazione a ridar fiato alla difesa. Una non buona ripresa dei Medicei, certamente condizionati dagli infortuni subiti e purtroppo molto fallosi, che permettono ai padroni di casa di prendere il largo grazie al piede di Agniel. Recco che vince sfruttando al meglio le caratteristiche dl proprio campo che favorisce lo scontro tra le mischie piuttosto che il gioco al largo.

Recco, Stadio Carlo Androne – domenica 19 marzo 2017

Tossini Pro Recco Rugby – Toscana Aeroporti I Medicei 25-16 (p.t. 16-16) (punti 4-0)

Marcatori: pt: 2′ cp Newton 0-3, 14′ meta Santillo tr Newton 0-10, 16′ cp Agniel 3-10, 20′ meta Corbetta tr Agniel 10-10, 25′ cp Agniel 13-10, 28′ cp Newton 13-13, 37′ cp Newton 13-16, 40′ cp Agniel 16-16.

St: 10′ cp Agniel 19-16, 21′ cp Agniel 22-16, 29′ cp Agniel 25-16.

Pro Recco Rubgy: Gaggero, Becerra, Panetti (27′ st Torchia), Heymans, Neri (37′ st Cinquemani), Agniel (c), Villagra (37′ st Di Tota), Lamanna, Ferrari (17′ st Barisone), Monfrino, Metaliaj, Ciotoli (27′ st Rosa), Corbetta (35′ st Actis), Noto (30′ Bedocchi), Avignone

Allenatori: Galli-Villagra

Toscana Aeroporti I Medicei: Santillo (19′ st D’Andrea), Cocchi (24′ st Logi), Rodwell, Cerioni, Reale, Newton, Apperley, Bottacci (16′ st Meyer), Boccardo, Cosi, Maran, Ippolito (c), Bigoni (1′ st Battisti), Broglia (28′ st Fanelli), Cesareo (1′ st Zileri)

Allenatore: Presutti

Arbitro: Spadoni.

Gdl: Giovanelli-Franchini.

Cartellini gialli: 13′ st Panetti (Recco)

Calciatori: Agniel (Recco) 7/7; Newton (Medicei) 4/4.

Man of the match: Agniel (Recco)

La classifica:

Toscana Aeroporti I Medicei 18

L’Aquila 18

Pro Recco 14

Accademia N. I. Francescato 11

Benevento 10

Primavera 0

Jacopo Gramigni – Gianni Savia – Ph. Osvaldo Ciotti