Toscana Aeroporti I Medicei: è l’ora del derby

Una prima giornata che vede in campo anche le under 18

primagiornataFirenze – Scocca finalmente l’ora del rugby giocato. Archiviati i match di preparazione, prendono il via i campionati e si inizia a fare sul serio per serie A e under 18. Alle 15.30 al Ruffino Stadium Mario Lodigiani, i ragazzi di Presutti e Martin incontrano i Cavalieri Union Prato Sesto, in una prima giornata del Campionato Nazionale di Serie A al profumo di derby.

Ci aiuta a fare il punto coach Presutti

Siamo a pochi giorni dall’inizio della seconda stagione de I Medicei In serie A. Come si appresta la squadra a vivere questa nuova avventura?

«Nella maniera migliore! Stiamo lavorando da un mese e mezzo e abbiamo fatto, secondo me, un buon lavoro. Abbiamo messo impegno, abbiamo messo volontà e questo è qualcosa che lascia ben sperare. Quest’anno abbiamo un bel mix tra più e meno giovani. I nuovi che sono venuti a Firenze si sono trovati molto bene dal punto di vista sportivo. E bisogna dire che per il resto la città ci dà una grossa mano.

Dalle amichevoli disputate abbiamo avuto segnali positivi, anche se non abbiamo potuto incontrare le Fiamme Oro, una delle squadre più attrezzate sia a livello fisico che tecnico dell’Eccellenza.

A Verona comunque abbiamo incontrato un’ottima squadra, che ci ha creato difficoltà e che ci ha dato la possibilità di provare i giocatori per 80 minuti. Stiamo lavorando con la massima determinazione ed il massimo impegno.

Io per primo non vedo l’ora che arrivi domenica per vedere quello che siamo stati capaci di produrre e mettere in piedi.»

Il forfait in extremis di Terni costringe i Cadetti di Lo Valvo e Morace a rimandare di una settimana l’esordio nel campionato di C1, quando debutterà in C2 anche l’altra rinnovatissima squadra cadetta di Sposato e Cerchi.

Spazio allora alle under 18 che esordiscono domenica 2, in casa alle 12,30 l’Elite con l’Amatori Parma ed in trasferta a Massa Martana (Pg) la Regionale. L’under 18 Elite è reduce da una grande stagione, culminata con le Fasi Finali Nazionali.

Peppe Sorrentino, il coach, racconta come prosegue il progetto under 18 de I Medicei

 

«La squadra è completamente cambiata rispetto all’anno scorso, però sono ragazzi con una buona prospettiva, hanno voglia di lavorare. Abbiamo un bel gruppo, di quasi sessanta giocatori. Faremo due squadre, siamo gli unici in Toscana a fare due squadre, Elite e Regionale.

Riguardo all’Elite, forse faremo un campionato non proprio come l’anno scorso ma certamente con questi ragazzi possiamo divertirci, passando dal lavoro in campo. La presenza c’è, tra qualche mese potremo tirare le somme, capire chi siamo.

La squadra dello scorso era fatta da un gruppo che veniva da tre anni di lavoro e che ha dato buoni frutti: parecchi sono saliti in Prima Squadra, altri sono a Parma all’Accademia Federale. Ora abbiamo iniziato con una parte di ragazzi che già c’era l’anno scorso e ragazzi nuovi e che fanno ben sperare per il futuro. Anch’io non vedo l’ora che sia domenica. Giochiamo in casa, prima della Serie A, con Amatori Parma e poi si va a Modena. Appuntamento a domenica alle 12.30!»

Gianni Savia – Jacopo Gramigni